Incidente doppio a poca distanza l’uno dall’altro, muoiono 5 giovanissimi

Doppio incidente jesolo morti
Due incidenti mortali a Jesolo, 5 le vittime – FOTO: viagginews.com

Ci sono cinque morti, tutti molto giovani, in una doppia drammatica circostanza: in un incidente sono periti 5 ragazzi, a poca distanza c’è stato un altro evento tragico.

Jesolo è stato protagonista di un doppio, drammatico incidente stradale nel corso di questa notte. I due sinistri sono avvenuti l’uno a poca distanza dall’altro nella località veneziana, con 5 giovani vittime nel complesso. In occasione del primo, ci sono stati quattro morti, tutti di età compresa fra i 22 ed i 24 anni. Si tratta di tre ragazzi ed una ragazza, con una quinta giovane che è invece riuscita a salvarsi pur rimediando ferite molto gravi. Le vittime erano tutte originarie del popoloso comune veneziano di San Donà di Piave. L’auto sulla quale viaggiavano è uscita di strada dopo che il conducente ne ha perso all’improvviso il controllo. Alla fine è andata ad impelagarsi in un canale, non lasciando scampo a tanti occupanti a bordo. Sono stati dei ragazzi stranieri ad aver soccorso l’unica superstite, estraendola con la massima accortezza possibile dai rottami dell’auto. Il personale del 118 accorso poco dopo non ha potuto fare altro che dichiarare morte le altre persone a bordo dell’auto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Incidente in due circostanze, entrambe fatali ed a breve distanza

Sono sopraggiunti anche i Vigili del Fuoco di stanza a Mestre, i quali hanno recuperato il relitto con una autogru, e con ancora a bordo un altro individuo purtroppo anch’egli deceduto. Tutte le vittime sono state identificante e la polizia locale ha svolto i rilievi di rito. L’altro incidente si è avuto a poca distanza invece, e ha coinvolto tragicamente una sola persona. La vettura della quale era alla guida è andata a scontrarsi con violenza contro un platano ai bordi della carreggiata. Il conducente è morto sul colpo. E come se non bastasse, infervora la polemica su un altro drammatico caso legato ad un evento drammatico avuto sulle quattro ruote. Ai funerali del piccolo Alessio, ucciso qualche giorno fa a Vittoria da un pregiudicato drogato ed ubriaco (al cuginetto della piccola vittima sua coetanea sono state invece amputate le gambe) è scoppiato il putiferio per il fatto che i funerali del piccolo sarebbero stati affidati ad una agenzia facente capo ad un mafioso, parente di una delle persone che era a bordo del Suv il cui conducente ha investito ed ucciso Alessio.