Home News Emilia Romagna: affidi illeciti, nuovo caso a Castelnuovo Monti

Emilia Romagna: affidi illeciti, nuovo caso a Castelnuovo Monti

CONDIVIDI


Emilia Romagna: affidi illeciti, nuovo caso a Castelnuovo Monti. Nell’inchiesta Angeli e Demoni potrebbe essere coinvolto, dopo quello di Bibbiano, un nuovo caso a Castelnuovo Monti.

Continuano ad emergere nuove storie coinvolte nella vicenda degli affidi illeciti in Emilia Romagna. Un’inchiesta nella quale sarebbero rimaste coinvolte nei giorni scorsi 18 persone tra le quali medici, assistenti sociali, politici, psicologi, psicoterapeuti che alteravano documenti e manipolavano i ricordi dei minori al fine di condizionare le procedure di affido. Un giro d’affari di centinaia di migliaia di euro, volto a sottrarre i minori alle famiglie per darli in affido retribuito a conoscenti. Nei giorni scorsi, tra i nomi degli indagati, è emerso anche quello di Andrea Carletti, sindaco di Bibbiano.

Affidi illeciti: un nuovo caso potrebbe essere quello avvenuto a Castelnuovo Monti

Un nuovo caso che potrebbe essere coinvolto nell’inchiesta è avvenuto a Castelnuovo Monti. Ad un padre, di nome Stefano, sono stati infatti sottratti i suoi tre figli, in quanto l’uomo è stato in primo momento definito dagli psicologi dei servizi sociali della sua città un pazzo. Una diagnosi che si dimostrerà però nel corso del tempo priva di fondamento. Il calvario di Stefano ha inizio quando avviene la separazione dalla moglie, che minaccia di sottrargli i propri figli. E’ a questo punto che l’uomo viene sottoposto ad una serie di esami dai quali risulta inadeguato a crescere i bambini. Viene così inviato a curarsi in un centro di salute mentale per quelli che vengono definiti i suoi gravi problemi mentali. L’uomo però non si arrende e decide di parlare con i servizi sociali portando con sé il referto medico che certificava la sua ottima salute mentale, registrando la conversazione avvenuta con loro. Dalle registrazioni si percepisce la difficoltà per gli psicologi di sostenere la pazzia dell’uomo al fine di sottrargli i bambini. E’ a quel punto quindi che una nuova sentenza cambia tutto, poiché il giudice stabilisce che Stefano è assolutamente in grado di intendere e di volere, come invece non era sembrato fino a poco prima. Subito dopo l’uomo riceve una querela per diffamazione dagli operatori e dal sindaco di Castelnuovo Monti. Da Bibbiano a Castelnuovo la vicenda degli affidi illeciti continua ad essere sotto la lente di ingrandimento della magistratura che dovrà far chiarezza sul caso nelle prossime ore.

Leggi tutte le notizie su Google News