Stefano Marinoni, chi è: storia del ragazzo trovato morto a Milano

stefano marinoni chi è
(Facebook)

Stefano Marinoni è stato trovato esanime nelle scorse ore: scopriamo qual è la storia di questo 22enne morto in circostanze misteriose.

I carabinieri di Rho hanno trovato ieri, intorno alle 12, il cadavere di Stefano Marinoni ai piedi di un traliccio dell’alta tensione nelle campagne tra Rho e Arese. Il ragazzo era scomparso la sera del 4 luglio senza lasciare tracce. Possibile che il 22enne sia morto la sera stessa che ha lasciato l’appartamento dei genitori a Baranzate: il suo corpo era in avanzato stato di decomposizione a causa del caldo di questi giorni.

Gli investigatori stanno cercando di capire cosa possa aver causato la sua morte, il cadavere presenta infatti delle fratture sospette allo sterno che potrebbero essere evidenza di un forte impatto da caduta o di un colpo ricevuto. Nei prossimi giorni l’autopsia stabilirà se le fratture sono compatibili con l’ipotesi di un suicidio: i Carabinieri pensano che il ragazzo possa essere salito sul traliccio per poi lasciarsi cadere nel vuoto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Stefano Marinoni chi è il ragazzo morto a Milano

Stefano Marinoni è nato a Baranzate (Milano) nel 1997. Le informazioni che ci sono giunte su di lui sono state condivise dai genitori nei giorni precedenti al ritrovamento del suo corpo. Finita la scuola dell’obbligo, Stefano si era messo a lavorare e da qualche tempo aveva trovato un posto come elettricista che gli aveva dato una maggiore sicurezza economica. Grazie al lavoro, infatti, si era potuto acquistare un’auto, la smart bianca con cui è uscito di casa il 4 luglio.

Ragazzo tranquillo ed oculato, Stefano usciva solo nel fine settimana e pare avesse una comitiva di amici fissa da quando era al liceo. Non è escluso, però, che di recente avesse conosciuto qualcun’altro e che quanto successo possa essere legato a questa nuova frequentazione. Secondo il padre, infatti, la sera in cui è uscito di casa aveva ricevuto una chiamata e potrebbe essere stata quella ad indurlo ad andare via poco prima di cena. Inoltre pare che il ragazzo avesse nascosto la sua reale meta ai genitori, visto che aveva detto che si sarebbe diretto a Novate ed invece è stato trovato in una campagna che si trova in una direzione opposta. Restano dunque numerose le domande: dove doveva andare in realtà Stefano? Cosa ci faceva in mezzo ad una campagna? Chi doveva incontrare? Si è suicidato o è stato ucciso? E se si fosse tolto la vita, cosa l’ha spinto a farlo?