Calciatore muore in campo, aveva 17 anni: stroncato per un rigore parato di petto

Calciatore muore in campo
Giovanissimo calciatore muore in campo, è successo in Argentina – FOTO: Facebook

Para un calcio di rigore col petto e si accascia sul prato subito dopo, calciatore muore in campo. Era giovanissimo, i soccorsi del tutto assenti.

Calciatore muore in campo in Argentina, dopo un dramma avvenuto tutto all’improvviso. La vicenda riguarda uno sfortunatissimo ragazzo di soli 17 anni, Ramon Ismael Coronel, soprannominato ‘Piki’ dai suoi amici. Giocava in porta e si è accasciato a terra dopo aver respinto un calcio di rigore avversario in pieno petto. Purtroppo al campo dove l’adolescente stava giocando non c’era alcuna ambulanza e questo ha fatto si che si perdesse molto tempo. Alla fine il giovane è stato portato in ospedale quando ormai già si trovava in una fase di arresto cardiaco avanzato.

LEGGI ANCHE –> Calciatore professionista stroncato in campo, i medici: “Non doveva giocare”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Calciatore muore in campo, sotto accusa l’assenza di soccorsi

La partita all’interno della quale si è consumata questa tragedia nella piccola città di Colonia San Manuel vedeva impegnate due squadre giovanili di una lega regionale di Buenos Aires, nella serata di martedì. Piki è stato portato all’ospedale di Reconquista (città natale di Gabriel Batistuta, n.d.r.) dopo un viaggio di 50 km in furgone. Una volta giunto alla struttura sanitaria, il giovanissimo calciatore è stato sottoposto alle necessarie manovre di soccorso, le quali non hanno dato però esito positivo. Si apprende che circa tre settimane fa il ragazzo aveva subito un trauma cranico in seguito ad uno scontro di gioco. Un medico gli aveva prescritto un periodo di riposo, ma Ramon aveva deciso di non seguire questo consiglio e di scendere lo stesso in campo, visto che si sentiva bene.

LEGGI ANCHE –> Roger Pizzi muore in campo come Morosini: chi era il giovane calciatore