Spread oggi martedì 9 luglio: andamento in tempo reale

Spread oggi
Borsa (iStock)

Scopriamo qual è il valore dello spread in tempo reale: ecco l’andamento dei Btp in rapporto ai Bund tedeschi oggi martedì 9 luglio.

Per tutto il mese di giugno abbiamo assistito ad un andamento positivo in borsa dei nostri titoli di stato a scadenza decennale (Btp). L’indice utilizzato per valutarne il rendimento è come saprete lo spread (ovvero la differenza in punti) con i titoli di stato tedeschi con la medesima scadenza (Bund), poiché questi sono ritenuti i più stabili e quindi quelli dal rendimento più sicuro in borsa. L’andamento positivo è stato facilitato anche da un peggioramento dell’andamento dei Bund, ma sono anche altri i fattori che hanno contribuito ad abbassare lo spread di 70 punti base, come un inflazione più bassa rispetto alle aspettative, la politica permissiva della Bce e, ultima in ordine di tempo, il fattore politico: ovvero la decisione della Commissione Europea di non procedere con la procedura d’infrazione contro l’Italia.

Ieri, però, abbiamo assistito ad un lieve aumento del valore dello spread, salito dagli iniziali 207 punti fino ai 216. Ad influire probabilmente la giornata negativa di tutte le borse europee che, trascinate in basso dall’andamento negativo di Wall Street per tutta la giornata, sono riuscite a risollevarsi ed andare quasi in pareggio al termine della seduta pomeridiana (Piazza Affari ha chiuso con -0.4%)

Ecco un grafico live attraverso il quale potete seguire in tempo reale l’andamento dello spread (Borse.it)

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’andamento degli spread europei

Ad eccezione di Austria (stabile a 26.6 punti) e Belgio (in miglioramento fino ai 37 punti) lo spread dei principali Paesi europei è andato ad aumentare: la Danimarca fa segnare un aumento (8.4) così come i Paesi Bassi (18.6), la Francia (30), la Finlandia (35) e l’Irlanda (55 punti). In peggioramento il valore dello spread anche in Spagna (77 punti) ed in Portogallo (91), mentre stabile rimane il valore dei titoli di stato sloveni (55 punti) ed in leggero miglioramento quello dei titoli di stato ungheresi (275 punti).