Serie A, dove vedere la prossima stagione in tv: ecco tutte le novità

Tra un mese e quindici giorni inizierà la nuova stagione di Serie A con diverse novità rispetto all’ultima stagione. Ecco i possibili cambiamenti. 

Serie A
Serie A (Getty Images)

Dopo le vacanze estive, ecco che tante squadre di Serie A sono tornate a lavorare in ritiro prima dell’inizio ufficiale che avrà luogo il 24 agosto. In tv la maggior parte delle partite saranno trasmesse su Sky, mentre il resto, invece, su Dazn proprio come nell’ultima stagione. Serviranno così ancora una volta due abbonamenti con possibili novità per nuovi e vecchi abbonati. I cambiamenti potrebbero avere luogo a partire dal 2021 con una canale della Lega Serie A dedicato alla trasmissione di eventi e di partite. Già lo scorso anno il gruppo spagnolo Mediapro aveva formulato un’offerta per acquistare i diritti tv della massima serie: ora l’azienda sarebbe ricomparsa per realizzare il canale della Lega. L’offerta comprende una parte fissa da 1 miliardo e 150 milioni a stagione, alla quale si aggiungono 55 milioni per i diritti d’archivio e 78 per i costi di produzione. Nel frattempo Sky non avrebbe digerito l’entrata in scena di Mediapro e così la cerimonia dei calendari sarebbe ancora sospesa con la data che oscilla tra il 29 e il 30 luglio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Serie A, il calendario non sarà asimmetrico

A fine mese ci sarà così la formulazione dei prossimi calendari di Serie A. Dopo alcune indiscrezioni lanciate nei giorni scorsi con la possibilità “asimmetrico” sul modello spagnolo e francese, l’assemblea di Lega ha optato ancora una volta per il tradizione modello ‘a specchio’ con i campi invertiti tra le sfide d’andata e quelle di ritorno. Tutto sarà rinviato così alla prossima stagione con lo studio approfondito di tale ipotesi.