Terremoto, Catania torna a tremare: scossa di 3.9 mette paura agli abitanti

Terremoto, Catania torna a tremareQuesta mattina, intorno alle 6, si è verificata una scossa di magnitudo 3.9 con epicentro ad Adrano, Catania, che ha terrorizzato gli abitanti.

Dopo le due violente scosse che hanno terrorizzato gli abitanti dei paesi etnei sul finire dello scorso anno e che hanno causato ingenti danni a Fleri, frazione di Zafferana Etnea (Catania), i cittadini etnei avevano vissuto un periodo di relativa serenità. Questa mattina, però, la provincia di Catania è tornata a scuotersi per una scossa di magnitudo 3.9 con epicentro ad Adrano. Il sisma,  le cui coordinate geografiche sono 37.66 di latitudine e 14.84 di longitudine ed il cui ipocentro è ad una profondità di 18 chilometri, si è verificato a circa 28 chilometri dal centro del capoluogo etneo.

Ciò nonostante la scossa è stata avvertita in vari paesini che delimitano la città (Nicolosi, Pedara, Camporotondo, Biancavilla, Ragalna) e anche in provincia di Enna, in particolar modo a Centuripe. Al momento non sono giunte notizie riguardanti danni a cose o persone, ma ulteriori aggiornamenti arriveranno a riguardo nel corso della giornata.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Terremoto a Catania: sui social regna la paura

Terrorizzati dal brusco risveglio causato dalla scossa di questa mattina, gli abitanti dei vari paesini etnei hanno condiviso il proprio timore sui social, per denunciare l’accaduto e per cercare conferme che tutti quelli che conoscono stessero bene. In massima parte si tratta di persone che cercano di esorcizzare la paura, come l’utente che scrive: “Stamattina non c’è stato bisogno della sveglia #Terremoto”.

Al momento non è chiaro se il sisma sia collegato all’attività sismica dell’Etna o sia stato causato dallo sfregamento tra la zolla europea e quella nord africana. Più probabile, in ogni caso, che si sia trattato di un’avvisaglia di una possibile colata lavica nei prossimi giorni. Se così fosse il vulcano più imponente d’Europa seguirebbe l’esplosione dello Stromboli che ha causato la morte di un escursionista settimana scorsa.