Davide Astori, nuova inchiesta sulla morte: “Certificato medico falso”

Davide Astori, nuova inchiesta sulla morte: “Certificato medico falso”. Cosa sta succedendo intorno al decesso del difensore di Fiorentina e Nazionale. 

Astori

In base a quanto riporta il Quotidiano Nazionale ci sarebbero importanti novità in merito alla morte di Davide Astori, capitano della Fiorentina deceduto il 4 marzo 2018 mentre la squadra era in trasferta a Udine. In particolare si sta indagando il lavoro del Dott. Giorgio Galanti, l’ultimo medico a firmare l’idoneità sportiva agonistica del giocatore.

CLICCA QUI per leggere tutte le notizie tramite Google News

Il certificato falso di Davide Astori

Ci sarebbe infatti secondo il pubblico ministero  Antonino Nastasi un certificato medico falso nel quale  l’ex direttore della medicina sportiva di Careggi, Giorgio Galanti sostiene che Astoria sia stato sottoposto  il 10 luglio del 2017, il giorno della visita per l’idoneità all’attività agonistica, anche allo strain, l’esame specifico che approfondisce determinate patologie del cuore. Il medico ora è stato inserito nel registro degli indagati per il reato di falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici. Indagata anche una collaboratrice di Galanti che sarebbe l’esecutrice materiale dell’atto falso, colei che «formava un certificato apparentemente redatto in data 10 luglio 2017, col quale attestava di aver sottoposto ad esame strain Davide Astori e di aver valutato i risultati di detto esame». Questo nuovo procedimento si aggiunge al filone d’inchiesta principale nel quale professor Galanti risulta accusato di omicidio colposo assieme al collega di Cagliari, Francesco Stagno.

Come sempre riportiamo massima vicinanza alla famiglia. Dando notizia di questa ennesima novità su questo caso era nostra intenzione solo compiere il dovere di cronaca rendendoci però conto che la famiglia Astori non voglia più sentire parlare pubblicamente di questa dolorosissima vicenda.