Famiglie, il ministro Fontana: “Assegni fino a 300 euro per i figli”

Lorenzo Fontana, ministro della famiglia, prova a correre ai ripari contro il crollo delle nascite: “Assegni per i figli fino a 300 euro e fino a 26 anni”.

assegni figli
(Pixabay)

Il ministro della famiglia Lorenzo Fontana, in un’intervista al Tg5, ha illustrato alcune delle iniziative che il governo Lega-M5S intende intraprendere a favore delle famiglie, a partire dagli assegni per i figli: “Il governo lavora a un assegno unico che va dai cento ai trecento euro per ogni bambino dai zero fino ai 26 anni: credo che in questo modo riusciremo a contrastare il calo demografico. Tenteremo anche a livello europeo di far capire alla Commissione europea che gli incentivi alla natalità devono essere considerati come un investimento”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Assegni per i figli: i numeri delle nascite in Italia

I numeri che riguardano i nuovi nati nel nostro Paese segnano da tempo un trend negativo: tra dicembre 2017 e quello del 2018, il calo è stato ad esempio del 4% e proprio per questo il ministro Fontana ritiene che il governo debba fare scelte forti per incentivare la crescita demografica. I residenti in Italia al 31 dicembre 2018 sono infatti 55.104.000, ben 235.000 in meno in un anno e addirittura 677.000 in meno se si considera il periodo a partire dal 2014. In sostanza, nel nostro Paese in 4 anni è scomparsa una città grande quanto Palermo.

Restando invece fermi al solo dato delle nascite, si registra un calo di 18.000 bambini in un anno, che vuol dire in termini assoluti che nel 2018 sono nati in tutto 439.747 bambini. Si tratta di un record negativo assoluto e l’iniziativa del ministro Fontana è rivolta proprio a invertire questo trend.