Bari, domatore ucciso: è stato azzannato a morte da quattro tigri

domatore ucciso tigri
Ettore Weber, il domatore ucciso da 4 tigri – FOTO: screenshot

Le tigri si accaniscono contro di lui mentre si trova nella loro gabbia al circo, esperto domatore ucciso dalla furia dei feroci predatori, si indaga.

Si chiamava Ettore Weber il domatore ucciso mentre stava preparando un numero per il circo ‘Marina Monti’ a Triggiano, in provincia di Bari. L’uomo aveva 61 anni ed era molto conosciuto e stimato nell’ambiente. Erano circa le ore 20:00 di ieri quando Weber si trovava all’interno della gabbia con i feroci felini. All’improvviso uno di essi gli si è scagliato contro, azzannandolo con violenza. E subito dopo altri tre grossi predatori hanno fatto lo stesso, ferendolo in maniera seria. Purtroppo le lesioni riscontrate sono state troppo gravi ed a nulla è valso l’immediato soccorso da parte dei presenti per il domatore ucciso da quegli animali che lo conoscevano bene e dei quali lui per primo si fidava. Anche l’arrivo del personale medico del 118 è stato inutile, con l’uomo ormai già privo di vita.

LEGGI ANCHE –> Topi morti: “Si sono gettati a centinaia da un ponte”, la possibile causa

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Domatore ucciso, sarà omicidio colposo in caso di mancati standard di sicurezza

Ora le tigri sono state poste sotto sequestro e verranno tolte al circo, data la loro pericolosità. Molto probabilmente verranno ricollocate in uno o più zoo. Nella vicina Fasano sorge una struttura simile, e sembra certo che i grossi felini saranno spostati lì. I carabinieri hanno confermato la dinamica dei fatti e stanno ora indagando per cercare di stabilire se ci fossero le necessarie norme di sicurezza, come stabilito dalla legge. Per ora si resta nell’ambito dell’incidente sul lavoro, anche se pare non si possa escludere che il tutto possa essere inquadrato nell’ottica dell’omicidio colposo, qualora dovessero sorgere eventuali negligenze o mancanze. Ettore Weber era pugliese, nativo del comune di Mottola, in provincia di Taranto, e risiedeva a Lecce. Poteva vantare decenni e decenni di lavoro con gli animali in svariati circhi.