Alessia Logli, chi è: età e storia della figlia di Roberta Ragusa

Alessia Logli
(Screenshot Video)

Alessia Logli è apparsa per la prima volta in tv qualche settimana fa, scopriamo chi è: età, storia e vita privata della figlia di Roberta Ragusa.

La vita privata di Alessia Logli è diventata in parte pubblica a causa di un caso di cronaca che ha assunto un rilievo nazionale. La madre, Roberta Ragusa, è scomparsa misteriosamente dal suo appartamento di Gello (San Giuliano Terme) una notte del 2012. Da quel momento non si è saputo più niente di lei, ma nel corso degli anni il padre, Antonio Logli, è stata accusato dell’omicidio e della distruzione del cadavere della madre e condannato, in primo e secondo grado, a vent’anni di carcere.

Logli continua a ripetere che lui non c’entra nulla con la sparizione della moglie e che, probabilmente, è andata via senza fare sapere nulla. Il prossimo 10 luglio si esprimerà sul caso la Corte di Cassazione, ponendo sulla vicenda, almeno dal punto di vista giuridico, la parola fine. Ne consegue che questa ragazza è cresciuta senza la figura della madre e con un padre che doveva difendersi dalle accuse gravissime che gli sono tuttora rivolte.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Alessia Logli, figlia di Roberta Ragusa

Nata a Gello nel 2001, Alessia logli è la secondogenita di Roberta Ragusa e Antonio Logli, nonché sorella di Daniele. Dopo la scomparsa della madre, con cui aveva un ottimo rapporto e sulla quale dice che non sembrava avesse voglia di scappare: “In lei non c’era niente di strano quella sera, è sempre stata una mamma dolce, è sempre venuta da me quando dovevo dormire, perché io dormivo nel lettone. Poi a 11 anni puoi notare poco. Mi ricordo che mi disse che sarebbe arrivata anche lei dopo poco a dormire accanto a me”, è stata catapultata in una realtà da incubo, specie per una bambina nella fase di passaggio tra l’età infantile e quella adulta.

Qualunque sia la verità dietro la scomparsa di Roberta, Alessia è cresciuta con il padre e con la compagna, Sara Calzolaio, e per anni è stata costretta a chiedersi cosa fosse successo, ad essere tormentata da dubbi, paure e incertezze. Oggi, come confidato a ‘Quarto Grado’, per lei c’è un’unica certezza su quello che è successo quella notte, il padre non può aver fatto male alla madre: “Io non ho un’idea su cosa possa essere successo. Spero fermamente che stia bene e che non si sia rifatta una vita senza di noi, perché egoisticamente una figlia spera non che la mamma se ne vada a farsi un’altra vita. La verità? Sicuramente non è stata uccisa dal mio babbo: questa è l’unica certezza che ho”.