Antonello Venditti, chi è: età, vita privata, carriera del grande cantautore

Antonello Venditti è uno di quegli autori che ha segnato un’epoca e, come i classici della letteratura, non “invecchia” perché ha sempre da dire qualcosa di nuovo, a tutti. Ecco il suo “identikit”. 

Ha firmato brani celeberrimi che hanno fatto piangere, ridere, sognare intere generazioni, e, nonostante il passare degli anni, continuano a riscuotere enorme successo: Antonello (all’anagrafe Antonio) Venditti è senza ombra di dubbio uno dei cantautori più illustri del firmamento musicale italiano. Il suo nome è scolpito nella storia della musica ma anche in quello di decine e decine di pagine di cronaca rosa, con i suoi amori importanti e “famosi” e le sue scelte sempre libere e anticonvenzionali. Scopriamo insieme il profilo completo di un artista che ha saputo diventare una leggenda vivente.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Ritratto di Antonello Venditti

Antonello Venditti è nato l’8 marzo 1949 a Roma sotto il segni dei Pesci ed è diventato il simbolo della Capitale a livello musicale. Figlio della cosiddetta “Scuola romana”, e cantautore tra i più prolifici sulla scena nazionale, ha venduto nel corso della sua lunga e fortunata carriera, intrapresa nel 1972, oltre 30 milioni di dischi venduti.

Figlio unico di una famiglia medio-borghese (il padre, Vincenzino Italo, era un ex funzionario di Stato poi diventato prefetto di Roma, la madre Wanda Sicardi, un’ex insegnante di liceo di greco e latino), Antonello Venditti si è avvicinato prestissimo alla musica. Fu sua madre a incoraggiarlo a intraprendere gli studi di pianoforte. A soli 14 scrisse uno dei suoi brani “immortali”: Roma Capoccia. Dopo un solo provino al Folkstudio di via Garibaldi 59 entrò nella rosa di talenti emergenti al fianco di Francesco De Gregori, Giorgio Lo Cascio, Ernesto Bassignano. Fu in quel fertile vivaio artistico che vide la luce Notte prima degli esami, altro successo senza tempo.

Per quanto riguarda la vita privata di Antonello Venditti, l’anno della svolta fu il 1975, quando sposò l’attrice e doppiatrice Simona Izzo, a cui ha dedicato brani storici come Ci vorrebbe un amico e che gli ha dato la gioia di un figlio, Francesco Saverio Venditti, nato nel 1976. I due di separarono due anni dopo il lieto evento, e per Venditti padre il cambiamento fu abbastanza traumatico: il figlio fu affidato alla madre e poteva vederlo solo un weekend ogni due settimane. Ciò nonostante, Francesco ha sempre affermato di aver instaurato un bellissimo rapporto di amicizia con papà Antonello, che è poi diventato nonno dei suoi tre figli, Alice, Tommaso e Leonardo. Un’altra relazione molto importante per Antonello Venditti, sebbene vissuta all’ombra dei riflettori, fu quella con la conduttrice Monica Leofreddi, durata ben 9 anni

Infine qualche curiosità. Come molti sanno, un elemento immancabile del look di Antonello Venditti sono i suoi occhiali da sole, diventati negli anni un vero e proprio tratto distintivo dell’artista. Quel che tanti ignorano è che, in realtà, sono anche degli occhiali da vista, solo un po’ più ‘scenici”. Per il resto, l’Antonello Nazionale è (manco a dirlo) un tifoso sfegatato della Roma, cui ha dedicato un cult come Grazie Roma. E nel mondo della musica, è considerato da alcuni critici l’inventore di un particolare modo di cantare, denominato il “Vibrato Venditti”… Ascoltare per credere!

EDS