Reggio Emilia: scandalo affidi “legato all’inchiesta Veleno”

Reggio Emilia, il giornalista d’inchiesta Pablo Trincia evidenzia come lo scandalo affidi sia “legato all’inchiesta Veleno” di qualche anno fa.

scandalo affidi veleno
(screenshot video)

Le vicende di una presunta banda di pedofili (i cosiddetti “Diavoli della bassa modenese”) sarebbero legate allo scandalo affidi di Reggio Emilia. A rivelarlo è Pablo Trincia, autore con Alessia Rafanelli dell’inchiesta Veleno, che a Business Insider Italia ricorda il podcast prodotto per Repubblica.it in cui ricostruiva i ruoli di assistenti sociali, psicologi e ginecologi già nel corso di quella precedente inchiesta e oggi sotto accusa nelle nuove indagini di ‘Angeli e Demoni‘, condotte dai carabinieri di Reggio Emilia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Legami tra scandalo affidi e inchiesta Veleno

La nuova inchiesta ha portato a 18 misure cautelari nei confronti di politici, medici, assistenti sociali e liberi professionisti. Tra gli indagati, c’è anche Andrea Carletti, sindaco di Bibbiano. Trincia ha spiegato nell’intervista: “Se abbiamo contribuito anche in minima parte a salvare dei bambini e le loro famiglie dalla tortura del ricordo indotto, una delle peggiori forme di abuso che si possa immaginare, siamo soddisfatti. I carabinieri ci hanno ringraziato, perché abbiamo fornito loro una chiave investigativa che prima non avevano”.

Già giovedì scorso, Pablo Trincia, attraverso Facebook, aveva evidenziato il legame tra le due inchieste: “La Procura di Reggio Emilia avrebbe appena sventato un secondo ‘caso Veleno’. Hanno arrestato Claudio Foti, responsabile del Centro Hansel e Gretel di Torino, lo stesso da cui provenivano le psicologhe che avete visto interrogare i bambini di Veleno”.