Mario Biondo, la madre: “Chi parla di suicidio vuole aiutare gli assassini”

Mario Biondo moglie Raquel
Mario Biondo e la moglie Raquel Sanchez Silva – FOTO: Facebook

Santina, la madre del cameraman italiano Mario Biondo trovato morto in Spagna nel 2013, rilascia parole durissime sul caso del suo povero figlio.

Il caso relativo alla morte di Mario Biondo presenta ancora diversi interrogativi. La madre del giovane morto il 30 maggio 2013 non si placa e continua comunque a chiedere a gran voce giustizia. La vicenda è stata trattata nel dettaglio anche dalla trasmissione tv ‘Le Iene’. Ci sono diverse anomalie, che riguardano anzitutto l’ora del decesso e quello in cui il corpo di Mario Biondo vennero ritrovati. Occorrerebbe chiarire anche alcuni aspetti relativi alla moglie della vittima, Raquel Sanchez Silva, conduttrice tv spagnola, al suo rapporto con un certo Kike Sarasola, imprenditore, e servirebbe approfondire anche il ruolo giocato dal cugino della donna, un certo Enrique, in tale vicenda di cronaca nera. Sempre secondo ‘Le Iene’, Raquel avrebbe ricevuto un messaggio di condoglianze su Twitter, e ben prima che il corpo di Mario venisse ritrovato. Sull’arma del delitto utilizzata dall’esecutore materiale dell’omicidio (perché non ci sono dubbi sul fatto che si tratti di morte violenta) la convinzione generale degli inquirenti è che possa trattarsi di un cavo.

LEGGI ANCHE –> Omicidio Vannini, nuove ombre su Viola Giorgini: ecco perché

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Mario Biondo, la madre: “Chi parla di suicidio vuole coprire gli assassini”

Eppure c’è chi parla di suicidio, con il cameraman italiano che venne trovato impiccato nel suo appartamento a Madrid dove viveva con Raquel. Tesi che Santina Biondo, mamma di Mario, osteggia totalmente. “Chi nega che mio figlio sia stato ucciso vuole tenere nascosta la verità”, ha fatto sapere la donna. Sempre ‘Le Iene’ rivela che la vittima avrebbe scoperto qualcosa di compromettente su Raquel, con molti files cancellati da due personal computer della donna. Eppure ci sarebbero nuovi elementi portati alla luce dalla magistratura italiana.

LEGGI ANCHE –> Intervista Ciontoli, l’avvocato della famiglia Vannini: “Ho pianto di rabbia”

“Il nostro libro lo leggeranno anche gli assassini di Mario”

E Santina Biondo, ai colleghi di tuttomotoriweb.com, ha parlato anche di un libro presentato a Palermo nei giorni scorsi ed in cui si parla della vicenda. L’opera ha come titolo ‘Morte di un bravo ragazzo. L’incredibile storia di Mario Biondo’ ed è stata scritta da Paolo Gentili, con la diretta collaborazione della signora Santina. La donna parla di “bugie e depistaggi, qualcuno vuole far passare la morte di mio figlio come un suicidio. Ma noi continueremo a cercare la verità, anche se tutto questo ci sta arrecando tanto dolore. E sono certa che questo libro verrà letto anche dagli assassini di Mario. Intanto aspettiamo ancora i risultati dell’ultima autopsia, la terza, svolta sul corpo di mio figlio”.