Home News Chi è Andrea Carletti, il sindaco di Bibbiano coinvolto nello scandalo affidi

Chi è Andrea Carletti, il sindaco di Bibbiano coinvolto nello scandalo affidi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:20
CONDIVIDI

Andrea Carletti, chi èScopriamo chi è il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti: età, carriera e vita privata del politico del Partito Democratico indagato per lo scandalo affidi.

Il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti è finito al centro della cronaca nazionale dopo che la Procura di Reggio Emilia ha condiviso in nomi dei 18 indagati sul caso ‘Angeli e Demoni’. L’indagine ha portato alla luce un giro di affidi truccati che ha dei dettagli inquietanti: alcuni medici e psicologi operavano lavaggio del cervello, con l’ausilio di  scosse elettriche, sui bambini al fine di costruire delle testimonianze credibili e ottenere l’allontanamento dalle famiglie di appartenenza.

Il politico è finito al centro della gogna social e mediatica, con gente pronta ad accusarlo delle atrocità compiute ai danni dei bambini. In realtà lo stesso procuratore ha precisato che il sindaco è indagato con l’accusa di falso e abuso d’ufficio: “Gli viene contestato di aver violato le norme sull’affidamento dei locali dove si svolgevano le sedute terapeutiche, ma non è coinvolto nei crimini contro i minori”. Smentite le fake news a suo carico, cerchiamo di capire chi è il sindaco al centro della bufera.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Andrea Carletti, chi è il sindaco di Bibbiano

Nato a Reggio Emilia il 18 agosto 1972, di professione fa l’impiegato ed il suo primo incarico politico di responsabilità è stato l’assessorato alle Politiche sociali ed educative del comune di Bibbiano. Entrato a far parte del PD, ha deciso di candidarsi come sindaco di Bibbiano nel 2014 fondando la lista civica ‘Insieme per Bibbiano‘. Il risultato delle elezioni è stato schiacciante, Carletti ha ottenuto il 69.10% delle preferenze ed ha preso il posto del suo compagno di partito Venturini. Prima della pubblicazione dei risultati dell’indagine ‘Angeli e Demoni’, nessuno in paese si era lamentato dell’operato come sindaco.