Attacchi al papa, padre Talmelli: “Frutto di Satana, si va verso lo scisma”

Papa FrancescoSecondo padre Talmelli, esorcista di Siena, gli attacchi al papa sono frutto di un’influenza demoniaca e potrebbero portare ad uno scisma della Chiesa.

Sin da quando papa Francesco è salito sul soglio papale, la frangia conservatrice della Chiesa cattolica ha contestato le sue scelte, giudicando le sue scelte contrarie alla dottrina originale. Le critiche sono diventate veementi quando Bergoglio ha rilasciato Amoris Laetitia, documento post sinoidale con il quale si apriva alla possibilità di un perdono di coloro i quali ricorrono al divorzio. Su quella innovazione, quattro cardinali opposero i “Dubia“, documento con il quale esponevano le proprie perplessità e chiedevano al Santo Padre di dare risposta.

Screditate teologicamente le posizioni avverse dei cardinali da alcuni eminenti teologi cattolici, la discussione attorno Amoris Laetitia è sfumata, ma i contestatori di papa Francesco sono rimasti in agguato. Tuttora ci sono esponenti della Chiesa convinti che papa Francesco sia inadatto a ricoprire il ruolo di successore di Pietro per via della sua politica progressista che prevede, tra le altre cose, l’apertura verso le altre confessioni religiose, siano esse di matrice cristiana oppure di matrice differente.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Padre Talmelli: “Attacchi al papa? Si va verso lo scisma”

Per capire le ragioni che spingono i tradizionalisti a contestare l’operato di papa Francesco, ‘Famiglia Cristiana‘ ha intervistato il teologo ed esorcista della diocesi di Siena, padre Talmelli. Il sacerdote ha dichiarato che le contestazioni ai danni del pontefice non sono una novità assoluta nella storia della Chiesa: “Coloro che col dubbio ostinato o con i loro attacchi teologici ardiscono accusare il Papa dimostrano di non credere né alla Tradizione né al dogma”.

Per esplicitare meglio il proprio pensiero a riguardo, padre Talmelli aggiunge: “Il Signore non rese il suo Apostolo immune dal commettere errori, cioè impeccabile; gli conferì invece il carisma di non poter insegnare errori, cioè di essere infallibile. Lo avvertì anche che Satana lo avrebbe cercato per vagliarlo come il grano. E il vaglio di Satana non si fece attendere: i primi trenta papi furono tutti uccisi. Il Papa è sempre un miracolo vivente, è un ‘sacramento dell’unità’, come dice il Catechismo. È ovvio che Satana si accanisca contro Pietro”. Insomma per l’esorcista mettere in dubbio l’operato del papa è contrario alla dottrina e genera solamente discordia, disunendo in questo modo la chiesa. Il rischio è che tale accanimento possa portare ad un altro scisma.