Home News Cronaca Incendio in una ditta di vernici: allerta ambientale, fumo alto 20 metri

Incendio in una ditta di vernici: allerta ambientale, fumo alto 20 metri

CONDIVIDI

Incendio in una ditta di vernici in provincia di Vicenza: allerta ambientale, fumo alto 20 metri, tutti gli aggiornamenti della situazione.

incendio ditta vernici
(Facebook)

Preoccupazione e stato di allerta nel vicentino, a causa di un grave incendio che si è sviluppato alla ditta Isello Vernici di Brendola nella tarda mattinata di oggi. Intorno alle 13, l’intervento dei vigili del fuoco, che con le loro squadre stanno provando a tenere a bada le fiamme. Le forze dell’ordine e il Comune di Brendola segnala di non uscire e di chiudere bene le finestre di casa, per il rischio ambientale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Incendio in provincia di Vicenza: tutti gli aggiornamenti

Arpav ha comunicato al sindaco del comune di tenere chiuse le finestre e spegnere i condizionatori, in attesa di avere notizie e capire qual è l’entità dell’incendio e la pericolosità dei fumi che si sono sviluppati. Nell’incendio sono andate a fuoco anche alcune automobili parcheggiate. La colonna di fumo, alta addirittura una ventina di metri, sarebbe ben visibile dal capoluogo Vicenza. Al momento, non si hanno notizie di morti o feriti, in ogni caso prima che la fabbrica si incendiasse c’è chi sottolinea di aver sentito delle esplosioni.

Chiusa la strada provinciale 500 e tutte le vie che entrano a Brendola dal casello dell’autostrada di Montecchio Maggiore. Segnalazioni sulla colonna di fumo arrivano da altre zone della Regione, addirittura da Padova e Peschiera del Garda. L’allerta è stata estesa anche nella vicina Altavilla, intanto la manifestazione Viva Verdi, in programma in serata a Vicenza in Piazza dei Signori, potrebbe essere rinviata, proprio per il rischio da inquinamento atmosferico provocato dalla nube, la cui tossicità è appunto ancora tutta da valutare. L’incendio potrebbe sviluppare diossina e si è sviluppato nei depositi sotterranei di solventi. La zona è praticamente isolata, mentre le ultime notizie parlano di altre fabbriche coinvolte dal rogo. Sul posto, oltre ai vigili del Fuoco, anche la protezione civile di Brentola, che sta facendo un gran lavoro per impedire di avvicinarsi.

Leggi anche –> Incendio sul Col Rosà: segnalato scoppio e fumo a Ospitale di Cadore