Precipita da un aereo durante l’atterraggio: il cadavere finisce in una casa

Il cadavere è precipitato da un aereo finendo nel giardino di un’abitazione privata: ecco perché si trovava a bordo del velivelo.

Ha dell’incredibile quanto accaduto a Clapham, periferia sud di Londra. Il cadavere di un uomo è letteralmente precipitato da un aereo della compagnia Kenya Airways nel giardino di un’abitazione provata nella periferia sud di Londra. Secondo quanto riferito da diversi media inglesi, e poi confermato da polizia e compagnia aerea, la vittima è un sospetto clandestino e la casa in questione si trova a Clapham, nel borgo di Lambeth, a sud di Londra.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’impresa impossibile del clandestino in volo

Il volo di linea era partito da Nairobi, in Kenya, alla volta dell’aeroporto internazionale Londra Heathrow: nove ore di volo prima dell’atterraggio. L’aereo, un Boeing 787, è arrivato a Heatrow alle 15:56 di ieri (ora locale). E proprio nella capitale inglese avrebbe voluto recarsi il clandestino che si trovava all’interno del velivolo, vicino all’apertura del carrello di atterraggio. Molto probabilmente è morto di freddo, e dopo il via alle operazioni di atterraggio, al momento dell’apertura del carrello, il cadavere sarebbe precipitato, risucchiato dal vortice d’aria. Nell’aereo è stata ritrovata una borsa appartenente alla vittima (che non è ancora stata identificata) e contenente dell’acqua e del cibo.

Un episodio simile è purtroppo già accaduto il 22 settembre 2012, quando un uomo di 30 anni del Mozambico morì precipitando al suolo prima dell’atterraggio di un aereo proveniente dall’Angola. “È estremamente raro – spiegano gli esperti – che una persona possa sopravvivere nel vano del carrello dell’aereo: durante il volo la temperatura scende a -50 gradi. E’ come tentare di sopravvivere 9 ore consecutive al Polo Sud indossando vestiti normali”. Un’impresa, purtroppo per chi l’ha tentata, pressoché impossibile.

EDS