Home News Chi è Viola Giorgini: età, vita privata, curiosità sulla fidanzata di Federico...

Chi è Viola Giorgini: età, vita privata, curiosità sulla fidanzata di Federico Ciontoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:35
CONDIVIDI
viola giorgini chi è
(screenshot)

A oltre 4 anni dalla morte di Marco Vannini, tanti misteri si annidano ancora attorno a ciò che accadde nella villa di casa Ciontoli: scopriamo chi è Viola Giorgini.

C’è una sola persona, tra quelle che si trovavano in casa Ciontoli nella notte tra il 18 e il 19 maggio 2015, a non aver subito condanne per l’omicidio di Marco Vannini. E’ Viola Giorgini, fidanzata di Federico Ciontoli, figlio del sottoufficiale della Marina militare Antonio che al termine di due gradi di giudizio è stato riconosciuto come colpevole dello sparo che provocò il decesso del 20enne di Ladispoli. La Giorgini, invece, è stata completamente assolta nel primo filone giudiziario (anche se, tecnicamente, manca ancora il giudizio della Cassazione). La sua posizione, come quella di tutti d’altronde, potrebbe però tornare in bilico nel nuovo filone d’inchiesta che si è aperto dopo le dichiarazioni del commerciante Marco Vannicola sulle presunte confidenze a lui fatte dall’ex comandante dei carabinieri di Ladispoli Roberto Izzo. Ma chi è Viola Giorgini?

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Viola Giorgini: tutto sulla fidanzata di Federico Ciontoli

Viola Giorgini è nata a Roma il 4 novembre 1993. Bionda, quasi due gli anni di differenza con Federico Ciontoli, suo fidanzato storico. Erano insieme, nella villetta di famiglia a Ladispoli, anche la sera del 18 maggio 2015. Da lì a qualche minuto la loro vita sarebbe cambiata per sempre. Il colpo di pistola che avrebbe ucciso Marco, le bugie, il ritardo causato nei soccorsi e poi le presunte ‘coperture’ date al suocero, Antonio Ciontoli. E, forse, anche a Federico. Perché nelle intercettazioni delle conversazioni che i due, insieme a Martina Ciontoli (fidanzata di Marco Vannini) la notte stessa della tragedia, Viola tranquillizzò il suo ragazzo con un misterioso: “Tranquillo, ti ho parato il c…”. A cosa si riferiva? Nonostante fosse imputata per omissione di soccorso, la 25enne è stata assolta sia in primo che in secondo grado. Tutto, però, potrebbe tornare in discussione.