Abusi al Forteto: Fiesoli avvistato al bar con alcuni minori

Abusi al Forteto: Fiesoli avvistato al bar con alcuni minori. Si trovava assieme a dei ragazzini Rodolfo Fiesoli, l’uomo condannato per abusi su minori in attesa della sentenza di Cassazione. Lo sdegno dei politici Juri Gorlandi e Stefano Mugnai.

E’ stato ad Aulla, in provincia di Massa Carrara che Rodolfo Fiesoli è stato recentemente avvistato in compagnia di alcuni ragazzini in un bar. L’uomo, fondatore del Forteto, fu condannato per casi di abusi sessuali su minori nella struttura che ha fondato.

Abusi al Forteto: Fiesoli al bar con alcuni minori. Il post di sdegno di Juri Gorlandi

Ad avere da ridire su quanto ha visto di fronte ai propri occhi è stato Juri Gorlandi, il coordinatore regionale dei Giovani di Forza Italia che ha pubblicato un post su Facebook nel quale ha scritto: “E’ incredibile che un uomo condannato per pedofilia possa girare così, a piede libero, disturbando due ragazzini”, affermando di voler segnalare la cosa ai Carabinieri. Gorlandi ha anche dichiarato di aver sentito l’uomo raccontare ai ragazzini di essere uno scrittore e di averlo visto mettere la propria mano sulla spalla di uno dei due.
Fiesoli attende il verdetto della Corte di Cassazione a seguito della condanna ricevuta da parte dei giudici della Corte di Appello a 15 anni e 10 mesi di reclusione. A seguito del ricorso presentato dal proprio avvocato dopo la sentenza è stato scarcerato.

Le dichiarazioni di Stefano Mugnai e l’interrogazione parlamentare rivolta al Ministro della Giustizia

Sulla vicenda è intervenuto anche Stefano Mugnai, deputato di Forza Italia e presidente della Commissione d’Inchiesta del Consiglio regionale toscano, il quale, sempre attraverso la pubblicazione di un post su Facebook, ha annunciato di voler procedere con un’interrogazione parlamentare sulla vicenda, indirizzata al Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. “E’ incredibile”, si legge nel post di Mugnai, “poter pensare che un uomo condannato per violenza sessuale e maltrattamenti ai danni di numerosi ragazzi possa agire indisturbato continuando a importunare minori indifesi, ponendoli in una situazione di grave pericolo”. Vedremo nei prossimi giorni come risponderà il Parlamento sulla questione.


Leggi tutte le notizie su Google News