Home News Morte Antonio Stano, arrestati nove dei ragazzi che lo hanno torturato

Morte Antonio Stano, arrestati nove dei ragazzi che lo hanno torturato

CONDIVIDI

Morte Antonio StanoLe indagini della Procura di Taranto sulla morte di Antonio Stano hanno portato a formalizzare le accuse e dunque all’arresto di nove persone: 8 minori ed un maggiorenne.

Antonio Stano, 53enne di Manduria affetto da grave insufficienza mentale, è morto lo scorso 23 aprile in ospedale dopo essere stato picchiato e bullizzato da una baby gang. L’uomo si era ridotto in fin di vita per sfuggire ai continui assalti del gruppo di ragazzi, i quali lo attendevano fuori dalla porta ad ogni ora del giorno, perseguitandolo. Impaurito dalle incursioni, Stano si era rinchiuso in casa, privandosi del nutrimento. Quando è stato trovato, le sue condizioni erano gravi e nemmeno il pronto intervento dei medici è stato sufficiente a salvargli la vita.

Solo nei giorni successivi alla morte di Antonio Stano sono emersi i dettagli delle vessazioni e delle torture fisiche e psicologiche che i ragazzi avevano causato al 53enne. Dalle riprese di una telecamera di sicurezza è stato estrapolato il video di un’aggressione avvenuta in piena notte. L’uomo è stato attirato fuori dalla casa, dove i ragazzi lo hanno accerchiato e, a turno, lo colpivano con calci e pugni, deridendolo nel frattempo per le reazioni di paura che manifestava.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Morte Antonio Stano: arrestati nove bulli

Il successivo lavoro d’indagine della Procura ordinaria e di quella minorile di Taranto ha portato a formalizzare l’accusa di concorso in tortura, lesioni, danneggiamento e violazioni di domicilio aggravati ai danni di persone in condizione di minorità per nove bulli. I crimini contestati hanno portato all’arresto di 8 minori ed un maggiorenne, i quali sono adesso detenuti presso il carcere di Roma in attesa dell’inizio del processo. Adesso si attende dunque che i magistrati fissino l’udienza preliminare, dove i legali degli imputati dovranno presentare una linea difensiva.