Home News Doina Matei, uccise Vanessa Russo con la punta dell’ombrello: ora è libera

Doina Matei, uccise Vanessa Russo con la punta dell’ombrello: ora è libera

CONDIVIDI

uccise Vanessa Russo con la punta di un ombrelloDoina Matei è una donna libera dopo aver scontato 12 anni di carcere per l’omicidio di Vanessa Russo, universitaria di 23 anni, avvenuto nel 2007.

Il giudice del tribunale di Venezia ha firmato ieri i documenti di fine pena per Doina Matei, cittadina romena condannata per l’omicidio di Vanessa Russo. Era il 2007 quando la donna, all’epoca dedita alla prostituzione sulla Tiburtina, aggrediva insieme ad un’amica minorenne la giovane universitaria. Dopo una colluttazione, proprio Doina conficcava la punta di un ombrello nell’occhio della vittima causandone la morte.

Le indagini portarono immediatamente a lei e durante i processi è stata condannata a 16 anni di carcere per omicidio preterintenzionale. La condanna è stata confermata dalla Cassazione nel 2012. Ciò nonostante Doina sconta la pena con quattro anni d’anticipo per buona condotta. Già nel 2015 aveva ottenuto la libertà vigilata: da quattro anni era tornata a vivere nella sua casa di Venezia, ma aveva l’obbligo di ritorno a casa entro le 22:00 e non poteva lasciare la città.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Doina Matei sconta la pena con 4 anni d’anticipo

Ad influire sulla scelta del giudice di concedere la piena libertà alla donna che ha ucciso Vanessa Russo con quattro anni d’anticipo ci sono le prove di un cambiamento radicale nel suo stile di vita. Durante i 12 anni passati tra carcere e libertà vigilata, infatti, Doina non ha solo mostrato un comportamento esemplare che le ha fatto guadagnare 45 di permesso ogni 6 mesi, ma ha tagliato i ponti con la precedente vita e si è trovata un lavoro nel 2016. Inoltre la donna rumena ha dimostrato dedizione nel riallacciare i legami familiari con i genitori e con i due figli, un ragazzo di 18 anni ed uno adolescente. Sin dal giorno della condanna Doina ha dimostrato di essere pentita per quanto accaduto: “Non volevo uccidere nessuno, ma è successo e devo pagare con un rimorso che non mi abbandonerà mai” ed ora che è finalmente libera ha un unico desiderio, cominciare una nuova vita.

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!
✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore ✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore