Home News Mirabilandia, bimbo morto in piscina: la mamma indagata per omicidio colposo

Mirabilandia, bimbo morto in piscina: la mamma indagata per omicidio colposo

CONDIVIDI

C’è una prima svolta nel caso del bimbo di quattro anni annegato ieri in una piscina di Mirabilandia: ecco tutte le novità.

Omicidio colposo in cooperazione. Questa l’accusa per cui è indagata a piede libero la madre di Edoardo Bassani, il bimbo di quattro anni morto ieri pomeriggio in una piscina di “Mirabeach”, all’interno del noto parco giochi Mirabilandia di Ravenna. In un primo momento la donna era stata sentita come testimone, ma la sua audizione è stata interrotta alla luce degli eventuali profili penali che stavano emergendo. Ad assisterla è l’avvocato Francesco Furnari.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La ricostruzione dei Carabinieri in attesa dei filmati

C’è dunque una prima svolta nel caso della tragica morte per annegamento del piccolo Edoardo. Ma è possibile che, in vista dell’autopsia, a breve vengano avvisate anche altre persone già inquadrate dalle indagini della Procura. “Sappiamo che ci sono delle indagini in corso, ma quando la salma di Edoardo verrà restituita alla famiglia è nostra intenzione proclamare il lutto cittadino nel giorno dei funerali” ha intanto dichiarato la sindaca di Castrocaro (Forlì-Cesena), Marianna Tonellato. Il bimbo era infatti originario del piccolo comune romagnolo. “Siamo straziati per quello che è successo – ha aggiunto Tonellato -. La famiglia di Edoardo è amata e conosciuta da tutti in paese”.

In queste ore, inoltre, si attende l’analisi dei filmati delle due telecamere di sicurezza puntate sul luogo dell’incidente, già acquisiti dalla magistratura e utili a ricostruire tutti i dettagli degli ultimi istanti di vita del piccolo Edoardo. Secondo quanto ricostruito finora dai Carabinieri, coordinati dal Procuratore capo ravennate Alessandro Mancini, il bimbo si trovava in una piscina vicino a uno scivolo quando la madre gli avrebbe detto di attendere qualche istante fermo.

Ma a quel punto, forse attratto da un’animazione in corso, Edoardo sarebbe riuscito a raggiungere uno specchio d’acqua profondo circa un metro e dieci, dove poi si è tuffato o è caduto. Il primo a notarlo a faccia in giù e a intervenire è stato un bagnino di salvataggio. Poi, lanciato all’allarme, è arrivato anche il medico del presidio interno di Mirabilandia, quindi il 118 con ambulanza ed elicottero. Purtroppo, tutti i tentativi di rianimarlo sono stati vani: Edoardo è deceduto durante il trasporto all’ospedale di Ravenna.

EDS