Maturità 2019, Rita Dalla Chiesa: “Orgogliosa ci sia mio padre”

Maturità 2019, Rita Dalla Chiesa commenta le scelte del ministro per le tracce di quest’anno e spiega: “Orgogliosa ci sia mio padre”.

Rita dalla Chiesa
(screenshot video)

C’è anche il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa,con il discorso pronunciato dal prefetto Luigi Viana nel trentennale dell’omicidio del generale, della moglie Emanuela Setti Carraro e dell’agente Domenico Russo, tra le tracce della Maturità 2019. Una scelta che riempie d’orgoglio la figlia Rita Dalla Chiesa, noto volto televisivo, la quale – in una recente intervista – aveva sottolineato le difficoltà nel ritrovarsi sola dopo la morte dei genitori.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Rita Dalla Chiesa ricorda il padre Carlo Alberto

“Sono molto orgogliosa e credo sia un bellissimo segnale non solo per i ragazzi, ma per tutti”, ha spiegato la conduttrice, parlando di ‘orgoglio puro’ e aggiungendo che si tratta di “un bel segnale anche per tutto il lavoro che stanno facendo gli insegnanti nelle scuole, in particolare in Sicilia, su mio padre ed il suo lavoro. Oggi i ragazzi sanno chi è, ne parlano a scuola ed in famiglia: è un pezzo di storia d’Italia, è il mio cuore”.

Rita Dalla Chiesa ha proseguito: “Ribadisco, sono veramente orgogliosa di questa scelta. Non vedo l’ora di dirlo al mio nipotino di 11 anni che sa tutto, sono veramente felice, è davvero un bel segnale per i ragazzi”. Come noto, l’assassinio del generale, della moglie e dell’agente di scorta avvenne in Sicilia pochi mesi dopo il suo insediamento come prefetto di Palermo.