Home News Marco Giampaolo, chi è: età, vita privata e carriera dell’allenatore del Milan

Marco Giampaolo, chi è: età, vita privata e carriera dell’allenatore del Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:34
CONDIVIDI
età, carriera e storia dell'allenatore
(Getty Images)

Marco Giampaolo, chi è: età, vita privata e carriera dell’allenatore del Milan, da poco annunciato ufficialmente dalla società rossonera.

Il Milan targato Gazidis e Maldini (la bandiera rossonera ha accettato il ruolo di direttore tecnico) ha puntato con decisione su Marco Giampaolo per la panchina del diavolo. Il tecnico della Sampdoria è stato individuato come il profilo ideale per guidare una squadra che punta sui giovani e sul gioco offensivo, caratteristica quest’ultima che nelle decadi berlusconiane è stato il suo marchio di fabbrica.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Marco Giampaolo, l’allenatore che vuole il Milan

Nato a Bellinzona il 2 agosto 1967, Marco Giampaolo ha avuto sin da piccolo una passione per il calcio e per l’Inter, squadra di cui è ancora tifoso (caratteristica che lo accomuna a Carlo Ancelotti). Da giovane è stato un calciatore professionista, anche se non è mai riuscito ad arrivare sui campi di Serie A, il suo punto più altro è stato l’anno in Serie B con la Fidelis Andria. Conclusa la carriera calcistica, ha deciso di studiare il ruolo di allenatore e per diversi anni ha fatto il vice  a Pescara, Giulianova, Trieste e Ascoli.

La prima esperienza da allenatore in Serie A è nel 2006-2007, quando il Cagliari decide di puntare su di lui. In Sardegna dimostra di saper fare giocare alla squadra un calcio piacevole ed offensivo, ma i risultati faticano ad arrivare e viene esonerato. Prima della fine del campionato viene richiamato e riesce a portare il Cagliari alla salvezza. Ciò nonostante al termine della stagione viene sostituito. Seguono diverse esperienze, quasi tutte negative: nel 2008-09 siede sulla panchina del Siena e fa una stagione al di sopra delle aspettative (record di punti in Serie A), ma l’anno successivo viene esonerato. Nel 2010 viene chiamato in corsa dal Catania, ma dopo alcuni risultati negativi viene esonerato.

Negli anni successivi Giampaolo riparte dalle serie inferiori al Brescia (esperienza conclusa con le dimissioni) in Serie B e alla Cremonese in Lega Pro. Nel 2015 viene richiamato in Serie A per allenare l’Empoli. Con lui la squadra toscana ottiene un sorprendente 10°posto in classifica, ma a fine stagione lascia: l’anno successivo Giampaolo accetta l’offerta della Sampdoria e si trasferisce in Liguria. Con i blucerchiati l’allenatore ha dimostrato di saper valorizzare i giovani (Shick, Torreira e Skriniar solo per citare i più noti), di poter avere continuità di risultati e di riuscire a proporre un bel calcio. Nei tre anni a Genova, Giampaolo ha ottenuto due decimi posti ed un nono posto (in questa stagione). Dopo anni di tribolazioni ed esperienze altalenanti, dunque, sembra che il tecnico sia pronto per il grande salto.