Andrea Camilleri: frattura del femore 20 giorni prima del malore

Lo scrittore Andrea Camilleri è ancora in rianimazione: aveva subito la frattura del femore appena 20 giorni prima del malore.

andrea camilleri
(Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Continua a esserci apprensione per lo scrittore Andrea Camilleri che è “in condizioni critiche, ed è in prognosi riservata ricoverato in rianimazione al Santo Spirito di Roma”. Il narratore siciliano, dalla cui penna è nato in particolare il fortunato personaggio del commissario Salvo Montalbano, protagonista anche di una serie televisiva interpretata da Luca Zingaretti, ha avuto qualche giorno fa un arresto cardiaco.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le ultime novità sulla salute di Andrea Camilleri

A dicembre, lo scrittore era già stato ricoverato per una strana ferita al polso, che aveva addirittura fatto pensare a un tentativo di suicidio. Quel che è certo, al momento, è che dopo l’arresto cardiocircolatorio dei giorni scorsi, Andrea Camilleri non è più cosciente. Intanto, si apprende che una ventina di giorni prima dell’infarto lo scrittore avrebbe subito la frattura del femore. Il retroscena, non confermato ufficialmente, viene riportato dall’Agenzia Ansa.

Intanto, si legge nel bollettino della Asl Roma 1 che “dall’ultimo bollettino medico delle 17 di ieri, non si sono verificate variazioni significative delle condizioni cliniche che permangono critiche. Continua il monitoraggio, il supporto intensivo delle funzioni vitali e il percorso diagnostico-terapeutico programmato”. Andrea Camilleri “è in assistenza con supporto respiratorio meccanico e farmacologico e sedazione farmacologica”. Rivelate anche le cause del malore, determinato da “un brusco abbassamento pressorio che ha portato poi ad un arresto cardiocircolatorio”.