Eliana Michelazzo: “Uno stalker mi perseguita, temo per la diffusione di video intimi”

Eliana Michelazzo stalker
Eliana Michelazzo: “Sono vittima di uno stalker” – FOTO: Instagram

Eliana Michelazzo stalker: l’ex agente di Pamela Prati fa sapere di essere perseguitata da qualcuno, si teme anche la diffusione di materiale compromettente.

Continua a suscitare attenzione Eliana Michelazzo con la sua vicenda. Domani l’ex agente di Pamela Prati sarà ancora tra gli ospiti della trasmissione di Canale 5 ‘Live – Non è la D’Urso’. La 40enne romana sta utilizzando moltissimo i social network per interagire con i suoi followers ed ottenere consensi. Ad esempio nelle scorse ore ha parlato delle sensazioni provate nell’aver incontrato per la prima volta dal vivo Stephan Weiler, l’uomo che credeva fosse suo ‘marito’ Simone Coppi e che aveva sposato nel 2009, come lei stessa aveva ammesso in un video datato a quell’anno. E che poi non ha mai visto nella vita reale. Lo stesso uomo le aveva chiesto come è possibile che una persona ne sposi un’altra senza averlo mai incontrato in carne ed ossa. Ad ogni modo, Eliana Michelazzo ha svelato su Instagram di essere vittima di stalking.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Eliana Michelazzo, paura per uno stalker

La cosa andrebbe avanti da diversi giorni e ha chiesto aiuto ai suoi ammiratori affinché le diano supporto morale ma anche concreto, aiutandola a sgominare e segnalare i profili di presunti maniaci che le starebbero mandando messaggi di carattere minatorio. In particolare ce ne sono due, un Massi514 ed un Lucianoverona ad aver creato delle complicazioni da non sottovalutare alla Michelazzo. Dietro ci sarebbe sempre la stessa persona, con il primo profilo chiuso dietro alle tante segnalazioni dei followers della donna. Ma che poi ha riapertocon il secondo nome. L’ex agente di Pamela Prati sarebbe spaventata dal fatto che questo malintenzionato – o questi malintenzionati – potrebbero svelare dati sensibili riguardo a lei. Come ad esempio indirizzo di casa o numero di cellulare. E si parla anche del rischio di una possibile diffusione di foto o video molto privati e compromettenti per la figura della Michelazzo.