Home News Terremoto, nuova replica a Tolmezzo: “Ne arriveranno altre”

Terremoto, nuova replica a Tolmezzo: “Ne arriveranno altre”

CONDIVIDI
terremoto tolmezzo
Un terremoto nel pomeriggio a Tolmezzo – FOTO: viagginews

Un terremoto è stato nuovamente avvertito a Tolmezzo, in provincia di Udine. La scossa ha fatto seguito oggi pomeriggio ad altre già avvenute prima nel corso dell’ultima settimana.

C’è stato un nuovo terremoto a Tolmezzo, in provincia di Udine, dopo le scosse che si sono registrate in zona durante gli ultimi sette giorni. Le strumentazioni dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno fatto segnare un valore di 3.1 della scala Richter in quanto ad intensità del fenomeno naturale, che è avvenuta nel pomeriggio di domenica 16 giugno. L’epicentro è stato individuato ad ovest di Tolmezzo, ad un km e mezzo dalla nota località friulana. E la profondità di questo terremoto è stata localizzata invece ad una profondità di soli 4,6 km. Sempre l’INGV fa sapere che nel corso degli ultimi tre giorni ci sono state le repliche più pesanti, tutte superiori a magnitudo 3.0. A non molta distanza c’è stato un movimento tellurico di rilievo anche nella vicina Slovenia, a circa 40 km di distanza.

LEGGI ANCHE –> Terremoto Brescia, scossa in piena notte: panico e messaggi allarmati su Twitter – FOTO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Terremoto, a Tolmezzo già altre scosse questa settimana

A Tolmezzo da qualche giorno c’è stata una vera e propria invasione da parte degli alpini, che lì avevano organizzato da tempo il loro raduno per quanto riguarda il Triveneto, con circa 30mila persone presenti. Tuttavia il sisma non ha comportato alcuna conseguenza importante, e non si riscontrano danni a cose o persone. Ancora un terremoto c’era stato sabato mattina, 15 giugno, alle 6:30 del mattino, con magnitudo 3.5. Non sono mancati casi di ‘isteria’ contenuta da parte di alcuni membri della popolazione, che hanno parlato su Twitter dello spavento vissuto. Gli esperti ritengono che anche la settimana che sta per venire presenterà ancora qualche fenomeno del genere. Presumibilmente sempre della stessa intensità, se non anche inferiore.