Home News Marco Carta, tutte le incongruenze nel suo racconto: qualcosa non torna

Marco Carta, tutte le incongruenze nel suo racconto: qualcosa non torna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:56
CONDIVIDI

Marco Carta tutte le incongruenze nel suo racconto a proposito del furto di magliette alla Rinascente: qualcosa non torna. 

Marco Carta

Intervistato da Selvaggia Lucarelli per il Fatto Quotidiano Marco Carta prova a chiarire la sua posizione in merito all’arresto per furto di qualche settimana fa. In realtà ci riesce poco o niente dato che le risposte alle domande incalzanti della Lucarelli appaiono spesso evasive e talvolta contraddittorie.

L’intervista di Marco Carta e le risposte poco convincenti

Marco Carta, in tv hai confermato di essere entrato nel camerino, di aver provato le maglie e che lei te le ha passate. Confermi anche di essere entrato in bagno. Dopo che hai provato le maglie in camerino, non ti sei accorto della loro sparizione?

Non sono sparite, le ho lasciate in cassa.

E le magliette che la Muscas aveva in borsa da dove arrivavano?

Non lo so, lo shopping non lo abbiamo fatto sempre insieme.

Le maglie rubate erano da uomo?

Sì.

Erano quelle che ti sei provato in camerino?

No cioè, non lo so, forse no, ma le ho viste da lontano in ufficio, le ho intraviste

Come ha fatto la Muscas a togliere l’ antitaccheggio senza che tu te ne accorgessi?

Non lo so.

Ti ha passato o no la borsa mentre eri in camerino?

Non me l’ ha passata, l’ ha poggiata sulla sedia in camerino.

Non ha molto senso che tu provi delle cose e ci sia la borsa della Muscas mentre lei resta fuori.

Mi ha detto che la borsa le pesava.

Strano pure che vengano trovate le magliette proprio in quella borsa che le pesava ed è rimasta senza proprietaria in camerino con te.

Se una persona si separa poi ha il tempo di fare delle cose. I video li ho visti e non solo per quel che riguardano me, so probabilmente quando è stata fatta la cosa.

Però in bagno ci sei andato tu e gli antitaccheggio sono stati trovati in bagno.

Io avevo un jeans e una maglietta, dove li mettevo sette antitaccheggi?

In bagno la Muscas non è andata.

Questo non lo so.

In tv l’ hai detto tu di essere andato nel bagno del quarto piano.

Non posso dire queste cose, metto in difficoltà le indagini.

L’ antitaccheggio è stato trovato nel bagno in cui sei andato tu o no?

No. O forse sì, ma anche altrove. E non si sa se quegli antitaccheggi sono di quelle magliette rubate anzi ovvio che no, perché non erano dello stesso quantitativo delle maglie.

Ti hanno visto alla Rinascente anche il giorno prima del furto.

È un punto a mio favore, io sono andato a prenotare delle cose che poi ho comprato.

In effetti si possono prenotare prodotti alla vigilia del Black Friday . Il papà della Muscas ha detto che la figlia ti ha coperto, che si è presa la colpa.

Allora va a parlare con i miei, così uno a uno e palla al centro. Io comunque non parlo di questa persona.

Perché la chiami “questa persona” visto che è una tua amica di vecchia data, una tua fan?

Questo lo dici tu.

Lo hai ammesso tu in tv.

Sì, è un’ amica carissima, ma non una fan.