Chi è Don Aldo Buonaiuto, il prete che ha regalato il rosario a Salvini


Chi è Don Aldo Buonaiuto, il prete che ha regalato il rosario a Salvini. Sacerdote dal 1998, personalità di spicco dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Don Buonaiuto è attivo sul problema della prostituzione e dei migranti.

Don Aldo Buonaiuto è nato a Livorno e ha 48 anni. E’ divenuto sacerdote nel 1998, a seguito dei suoi studi di teologia, filosofia e antropologia. Don Buonaiuto è una tra le personalità di spicco dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da Don Oreste Benzi, al quale Don Aldo è stato accanto negli ultimi 15 anni della sua vita.
Nalla sua attività, il parroco si è occupato molto del problema della prostituzione, battendosi per ridare dignità alle vittime sfruttate dalle organizzazioni criminali. Si è sempre adoperato anche per la questione legata ai migranti, essendone direttore diocesano. Don Aldo svolge inoltre il ministero di Esorcista. Giornalista pubblicista, Don Buonaiuto scrive da tempo articoli e organizza convegni e lezioni sul problema delle sette e su quello legato ai migranti e alle vittime della prostituzione.

Don Buonaiuto, fu lui a regalare il rosario a Matteo Salvini

Don Aldo Buonaiuto però è anche colui il quale ha regalato al Ministro dell’interno Matteo Salvini il celebre rosario che il politico ha mostrato più volte in pubblico, anche recentemente, a seguito della schiacciante vittoria ottenuta dalla Lega alle Elezioni Europee. Don Buonaiuto fece quel regalo a Salvini dopo averlo ripreso in merito alla questione ventilata dal ministro relativa alla riapertura della case chiuse e alla legalizzazione della prostituzione, che, secondo il giudizio del Don, proprio quel rosario avrebbe contribuito a far togliere dal programma. Il rosario in questione per altro era stato realizzato proprio da una delle vittima della prostituzione.

Leggi tutte le notizie su Google News