Uomini e Donne non va in onda: ecco per quale motivo

ecco per quale motivoUomini e Donne non va in onda oggi pomeriggio e non lo potrete rivedere prima del prossimo settembre: da oggi comincia la lunga pausa estiva.

L’edizione 2019 di Uomini e Donne è stata la più seguita di sempre. I tronisti ed i corteggiatori scelti quest’anno hanno infatti avuto un grande appeal sul pubblico, permettendo allo storico programma di Maria De Filippi di ottenere dati d’ascolto da record. Proprio gli ultimi tre protagonisti – Angela Nasti, Giulia Cavaglià e Andrea Zelletta – sono stati quelli che hanno incuriosito i telespettatori di più consentendo al programma di ottenere il 22,03% di share (2.800.000 spettatori di media a puntata).

Eppure a partire da oggi, lunedì 3 giugno, il programma non verrà trasmesso nella consueta fascia delle 14:45, il motivo? Semplice, dopo la scelta degli ultimi tre tronisti Uomini e Donne si prende la meritata pausa estiva. Al suo posto questa settimana verranno trasmesse le repliche della soap ‘Una vita‘, mentre da lunedì 10 inizierà una nuova fiction intitolata ‘Bitter Sweet’.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Uomini e Donne: quando riprende il programma di Maria De Filippi

Insomma la stagione dei tormentati amori televisivi si è conclusa con la scelta di Angela, quella di Giulia e quella fino all’ultimo incerta di Andrea. La produzione ha pensato bene che il solo mese di giugno, solitamente l’ultimo di programmazione ordinaria, non sarebbe bastato per permettere a nuovi protagonisti di fare il percorso tipico di conoscenza e scelta e dunque che era il caso di anticipare la pausa estiva.

Un duro colpo per gli appassionati del programma che adesso dovranno passare diversi mesi senza veder nascere l’amore e le polemiche conseguenti. Per loro fortuna, però, il programma è stato ampiamente confermato anche per la prossima stagione e riprenderà a partire dai primi giorni di settembre. Secondo le prime anticipazioni, pare che al trono classico si affiancherà nuovamente quello gay.