Poliziotto dà una lezione agli automobilisti: “Vuoi vedere un morto?” -VIDEO

0
1
Poliziotto dà una lezione agli automobilisti
(Screenshot LiveLeak)

Un poliziotto ha dato una lezione agli automobilisti che si era fermati per fotografare un incidente stradale, obbligandoli a guardare il corpo di una delle vittime.

Un video pubblicato su ‘Live Leak‘ ci mostra il momento in cui un poliziotto, intervenuto sul luogo di un’incidente mortale, redarguisce gli automobilisti che si sono fermati a fotografare la scena. Infastidito da quella ricerca del macabro e da quella mancanza di rispetto per le vittime, l’agente invita i due automobilisti a fermare i loro mezzi, quindi va dal primo e gli chiede qual è la sua nazionalità, questo risponde “Vengo dalla Repubblica Ceca”. A quel punto l’agente lo invita a scendere dal mezzo e gli dice: “Ti piace vedere le persone morte? Vuoi vedere le persone morte? Bhè ti accontento, vieni con me che te le mostro”.

L’automobilista si mostra in visibile imbarazzo e si sottrae alla scena, chiedendo scusa all’agente per aver scattato la foto. A quel punto lui gli dice: “Mi deve dare, patente, libretto e passaporto, le farò una multa da 128 euro. Si vergogni!”. La scena si ripete anche con il secondo automobilista, questo originario dell’Ungheria. Il poliziotto lo prende per un braccio e lo porta nei pressi della vittima dicendogli: “Lei è ungherese lì c’è un uomo che proviene dalla sua nazione, venga a vederlo”. Anche in questo caso l’automobilista si rifiuta e chiede scusa ed anche in questo caso il poliziotto gli dice che deve vergognarsi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Poliziotto dà una lezione agli automobilisti: “Spero comprendano la gravità del gesto”

Alla fine del video il poliziotto parla presumibilmente con un giornalista e spiega il perché abbia deciso di comportarsi in quel modo, invece di multare semplicemente i due trasgressori. Secondo l’agente, infatti, una semplice multa non è sufficiente: “Questo per noi è il modo di mostrare alle persone il loro comportamento. Se gli diamo solo la multa da 128,50 euro e li mandiamo via sono sicuro che non impareranno nulla”, quindi conclude sostenendo che in questo modo possa aver ottenuto un risultato: “Sono convinto che si siano resi conto di quello che stavano facendo. Ci siamo accorti che il confronto diretto scuote le persone e allora capiscono che non è un gioco, ma l’amara verità”.