Vicenza, arrestato immigrato: ha cercato di stuprare l’autista di un bus

0
3

Ha cercato di stuprare l'autista di un busIeri pomeriggio, a Vicenza, un immigrato nigeriano si è reso colpevole di un tentato stupro ai danni di una giovane autista di un bus di linea. A salvarla è stato il tempestivo intervento di un pensionato che si trovava in zona.

La prontezza di riflessi ed il coraggio di un uomo di 72 anni hanno salvato una giovane donna da uno stupro. Questa, un’autista di bus di 35 anni, si trovava in via Carso, nei pressi del capolinea dei tram, in sosta temporanea prima di riprendere la marcia. In quel frangente è salito sul mezzo Isaiah Ogboe, richiedente asilo nigeriano con precedenti per danni patrimoniali, che approfittando della momentanea assenza di testimoni le è saltato addosso mettendosi a cavalcioni su di lei.

Secondo quanto emerso dalla cronaca locale, l’uomo avrebbe cominciato a toccarla nelle parti intime e ha cercato di sfilarle i pantaloni per violentarla. Per fortuna nei paraggi stava passando un pensionato che, sentite le urla della giovane, è immediatamente accorso sul luogo della tentata aggressione, lo ha fatto fuggire e lo ha fotografato. Ogboe nel fuggire ha spinto una donna anziana, la quale stava passeggiando con la nipotina di 10 anni. Proprio la bambina ha chiamato la Polizia: gli agenti sono riusciti a rintracciare immediatamente l’uomo e ad immobilizzarlo, quindi lo hanno arrestato con l’accusa di lesioni, violenza sessuale aggravata e resistenza all’arresto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Arrestato immigrato: era stato rilasciato pochi giorni prima

A quanto pare quello di questo pomeriggio è stato il secondo reato commesso dall’immigrato nel giro di pochi giorni. Poche settimane fa era stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria dopo essere stato trovato senza biglietto su un treno. Anche in quella occasione l’uomo aveva cercato di scappare ed aveva opposto resistenza all’arresto, costringendo gli agenti ad utilizzare lo spray urticante per immobilizzarlo. Ogboe si trova in Italia dal 2016, appena giunto nel nostro Paese ha fatto richiesta d’asilo ma pare che sia stata rifiutata due volte. Dopo l’accaduto di oggi probabilmente verrà espulso dall’Italia.