Home News Bimbo ucciso a Milano: lo zio rivela un particolare scioccante

Bimbo ucciso a Milano: lo zio rivela un particolare scioccante

CONDIVIDI

Bimbo ucciso a Milano dal padre, un cittadino croato di 25 anni: lo zio rivela un particolare scioccante sul nipote e denuncia un’aggressione.

(screenshot video)

Ci sono nuovi dettagli importanti sulla morte del bimbo di soli due anni trovato senza vita in un appartamento di Via Ricciarelli a Milano, in zona San Siro. Il piccolo, per la cui morte è stato arrestato il padre di 25 anni che si era dato alla fuga, pare sia stato dapprima picchiato e poi strangolato. L’uomo che si reso responsabile dell’infanticidio, un cittadino croato, è stato rintracciato dagli inquirenti in zona Giambellino è ora accusato di omicidio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le parole dello zio dell’uomo che ha ucciso suo figlio

Intanto, ai microfoni della web tv del Corriere della Sera, parla lo zio del 25enne che ha commesso l’omicidio del figlio, spiegando: “Io non parlo con lui da due anni, da quando mi ha dato una botta in testa, è un tipo violento. Lo ha fatto con persone adulte, ma a quanto pare è pericoloso anche per i bambini e il giudice lo deve condannare all’ergastolo”.

L’uomo prosegue: “In famiglia andava tutto bene, mio nipote era un po’ scimunito ed è rimasto scimunito. Il figlio di mio nipote non l’avevo mai conosciuto, mi hanno detto che aveva due anni. Sono lo zio, siamo parenti e adesso vogliono vedere mio nipote, anche se la polizia non me lo fa vedere”.