CONDIVIDI

"Perderli? Un trauma"Ospite di Eleonora Daniele a ‘Storie Italiane’, Rita Dalla Chiesa torna con la memoria ai terribili giorni in cui ha perso la madre ed il padre, raccontando come la doppia tragedia le abbia cambiato la vita.

Nel corso della puntata odierna di ‘Storie Italiane‘ Eleonora Daniele ha avuto l’onore di intervistare Rita Dalla Chiesa, amatissima conduttrice e giornalista televisiva che ha contribuito a scrivere un pezzo della storia televisiva italiana. Con l’illustre ospite, la conduttrice ha ripercorso alcuni dei momenti più importanti della sua vita, gravata, come molti di voi sapranno, dalla scomparsa prematura dei genitori.

Visibilmente emozionata nel ricordare i genitori scomparsi, Rita confida che la morte della madre è l’evento che l’ha traumatizzata maggiormente: “Mia mamma, di cui difficilmente parlo, se ne è andata presto, aveva solo 52 anni. L’avevo sentita poco prima, era felice, era Torino con mio padre e i miei fratelli. Poi dopo neanche un’ora e mezza, lei non c’era più. Se ne è andata con un infarto fulminante. Ti sembrerà strano ma la morte di mamma è stata più traumatica rispetto a quella di papà”, dice infatti la giornalista che poi spiega il motivo: “Perché papà bene o male, con la vita che faceva, c’era sempre il pensiero che potesse succedergli qualcosa”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Rita Dalla Chiesa: “Le mie scelte sono state condizionate da papà”

Il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa è morto nel 1983 in seguito ad un attentato in cui persero la vita anche la moglie e l’agente della scorta. Fu un momento traumatico per tutta Italia, ma soprattutto per la figlia che in quel momento si ritrovò da sola a dover affrontare la vita. In quel periodo le fu di grande aiuto l’amicizia di Fabrizio Frizzi, amato conduttore scomparso lo scorso anno con cui si sposò qualche anno dopo.

Parlando del padre, Rita spiega di aver preso qualsiasi scelta importante valutando cosa avrebbe pensato lui a riguardo: “Tante scelte che ho fatto o che non ho fatto sono state legate a mio padre. Perché ho sempre pensato: ‘Ma papà cosa penserà?’. Magari ho fatto tanti errori, perché si sbaglia nella vita, nelle reazioni, nelle scelte. A me è successo”.