Molestie, indagato istruttore: “Le sue vittime minorenni innamorate di lui”

0
1
molestie istruttore
Torbida storia di molestie su due minorenni, indagato un istruttore di equitazione

Un istruttore di equitazione si trova attualmente indagato per molestie dopo l’emergere di due distinti casi che riguardano altrettante ragazzine ammaliate.

È arrivata una denuncia per molestie a carico di un istruttore di equitazione di 50 anni. Le sue vittime sarebbero due minorenni. Si tratterebbe di una ragazzina di 13anni e di una 16enne, finite nel mirino del maniaco in maniera continuata per diverso tempo. A parlare è stata la trasmissione di Rai 1 ‘Storie Italiane’, condotta da Eleonora Daniele e che già aveva trattato un ulteriore caso di molestie relativo ad un’altra adolescente, adescata senza pietà da un bidello per tutto il periodo in cui ha frequentato le scuole medie. Ora quanto narrato in televisione avrebbe trovato conferma dopo lo svolgimento dell’incidente probatorio. Le due vittime avrebbero descritto quanto subito dopo un delicato colloquio con degli psicologi. Inoltre la madre di una delle due avrebbe colto in flagrante l’istruttore e la figlia durante un evento di equitazione. Proprio da lì è scattata la denuncia anche se la vittima in questa circostanza ha affermato che non ci sarebbe stata alcuna violenza.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Molestie, il legale dell’imputato: “Non violenze ma rapporti conseziente”

Una cosa che comunque non avrebbe convinto i giudici e che in ogni caso non mette di certo al riparo l’imputato, nei confronti del quale potrebbero essere riconosciuti dei capi di accusa gravi. Ben più grave è quanto successo poi con l’altra adolescente, la più grande. A 16 anni sarebbe rimasta incinta, interrompendo poi la gravidanza. Entrambe sono parse avere evidenti segni di alterazione, come se fossero state incantate. Hanno infatti parlato del loro istruttore di equitazione in termini lusinghieri e si sono dette innamorate di lui. L’uomo si trova attualmente detenuto agli arresti domiciliari, nel frattempo le forze dell’ordine starebbero provvedendo a sentire alcuni testimoni. Si apprende poi dell’altro, e cioè che i rapporti illeciti sarebbero andati avanti da diverso tempo prima che la madre della 13enne scoprisse tutto. Gli inquirenti intendono scoprire se possano essersi verificati abusi anche su altre ragazze. ‘Storie Italiane’ ha rivolto qualche domanda al legale che difende l’istruttore, il quale ha precisato come non si parli comunque di violenze, dal momento che i rapporti sarebbero stati consenzienti