Anniversario Fatima: l’attentato a papa Wojtyla coincidenza o accadimento predetto?

0
2
una coincidenza?
(Getty images)

Oggi, 13 maggio 2019, ricorre il 102° anniversario della prima apparizione di Fatima. In questo giorno, nel 1981, papa Wojtyla rischiò di morire per mano di un attentatore, si trattò di una coincidenza?

Le apparizioni ed i messaggi della Madonna a Fatima rimangono tutt’oggi uno dei misteri più grandi dello scorso secolo. Se in un primo momento le testimonianze dei tre pastorelli vennero ritenute un falso, nel corso degli anni successivi la Chiesa riconobbe l’evento soprannaturale, dando validità assoluta alle previsione contenute nei messaggi di Fatima. A spingere verso questa soluzione è stata l’incredibile affidabilità delle previsioni storiche contenute in essi.

Tuttora il terzo segreto di Fatima, quello che Lucia consegnò al papa negli anni ’60 rimane argomento di discussione tra chi ritiene che parte del messaggio non sia ancora stato svelato e chi, invece, è convinto (dato che la Chiesa lo ha divulgato) che tutti gli eventi predetti si sono già verificati o si stiano verificando. A Fatima ed al 13 maggio è legato un altro evento segnante della storia della Chiesa, visto che in quel giorno, nel 1981, papa Giovanni Paolo II fu vittima di un attentato dal quale si salvò in maniera miracolosa.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Fatima: l’attentato a papa Giovanni Paolo II fu una coincidenza?

Il 13 maggio del 1981, papa Giovanni Paolo II si trovava a piazza San Pietro, pronto a salire sul pulpito per l’angelus domenicale. Mentre procedeva, un uomo tra la folla uscì una pistola e sparò un colpo a distanza ravvicinata. Sono stati attimi di terrore che per miracolo si sono conclusi con una completa guarigione del Santo Padre. Il proiettile, infatti, entrò ed uscì dal suo corpo senza colpire gli organi interni. Sin dagli istanti successivi, lo stesso Wojtyla fu convinto che a guidare il proiettile fu un intervento divino.

Dopo quel giorno il papa cominciò a riflettere sulle coincidenze. Conscio che il 13 maggio era lo stesso giorno in cui cominciarono le apparizioni a Fatima, il pontefice era convinto che tra i due eventi ci fosse una correlazione. Proprio per questo negli anni a seguire diede maggior risalto al culto mariano della località portoghese e volle che il proiettile estratto dal suo corpo fosse incastonato nella corona della Madonna di Fatima.