Home News Emilia Romagna, danni e disagi per il maltempo: esonda il fiume Savio

Emilia Romagna, danni e disagi per il maltempo: esonda il fiume Savio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:47
CONDIVIDI
esonda il fiume Savio
(Vigili del Fuoco)

Il maltempo che si è abbattuto in queste ore in Italia ha causato danni e disagi soprattutto in Emilia Romagna, dove è esondato il fiume Savio, costringendo l’interruzione del traffico ferroviario.

Questa mattina il fiume Savio, situato tra le province di Forlì e Cesena, è esondato a causa delle abbondanti piogge che si sono abbattute sull’Emilia Romagna. L’allagamento della zona circostante si è verificata questa mattina alle 9:30, le strade e parte della linea ferroviaria sono state sommerse dall’acqua ed in queste ore le squadre fluviali dei Vigili del Fuoco stanno perlustrando la zona alla ricerca di persone che siano rimaste bloccate nelle proprie abitazioni.

Un primo intervento di salvataggio è stato effettuato questa mattina: un’anziana e la sua badante sono state soccorse e portate al sicuro, la loro abitazione era rimasta sommersa dall’acqua. Il livello dell’acqua ha causato disagi anche al traffico locale: il comune di Ravenna ha chiuso la circolazione sul Ponte Nuovo ed in parte della via Emilia, dirottando il traffico sul Ponte Vecchio. Misure precauzionali anche per le Ferrovie dello Stato che hanno predisposto la chiusura al transito sulla linea ferroviaria Bologna-Rimini. Nella zona vicina al fiume Savio, infatti, l’acqua arriva a lambire i binari.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Emilia Romagna, maltempo: frane e smottamenti nel bolognese

Sebbene per il momento solo il fiume Savio sia esondato, preoccupano anche i limiti raggiunti da diversi corsi fluviali. Il livello isometrico del Ronco ha costretto la protezione civile ad emettere un allerta arancione, mentre è addirittura rosa per il Montone ed il Lamone. Non meno complicata la situazione nel bolognese, dove nel corso della notte sono stati registrati frane e smottamenti a causa delle insistenti piogge. Anche in questa zona i fiumi hanno superato i livelli di sicurezza: il Sillaro ed il Samoggia sono esondati nella notte, causando difficoltà alla circolazione. Frane e smottamenti soprattutto nella zona di Savigno e Goccia, nella Valsamoggia.