Michael Terlizzi, parla il papà: “Ecco la verità sulla sua omosessualità”

0
1

Emergono nuovi retroscena inediti sul passato di Michael Terlizzi, protagonista dell’ultima edizione del Grande Fratello Nip. Ecco le ultime rivelazioni del suo papà Franco. 

Michael Terlizzi ne ha passate di tutti i colori. A rivelare nuovi retroscena inediti sulla vita privata e il difficile passato del protagonista dell’ultima edizione del Grande Fratello Nip è il suo papà, Franco Terlizzi. Che in un’intervista ad settimanale Di Più confessa di aver addirittura “dovuto chiedere alcuni prestiti” per aiutarlo. Infatti la malattia alle braccia con cui il 32enne ha combattuto fin da piccolo – tecnicamente chiamata Sinostosi radio-ulnare – in passato è stata per lui fonte di problemi relazionali, e ha richiesto cure e visite specifiche e costose. Anche per questo che l’ex pugile, nonché ex naufrago dell’Isola dei Famosi, si è detto molto felice che Michael ne abbia parlato pubblicamente per la prima volta nel reality.

“Ho anche dovuto chiedere alcuni prestiti, ma non mi è mai importato: per mio figlio avrei fatto qualsiasi cosa”, racconta Franco Terlizzi. Poi si è profilata la possibilità di un’operazione, ma siccome l’esito sarebbe stato incerto hanno deciso insieme di evitarla. “Sono convinto di aver fatto la scelta giusta”, afferma oggi Terlizzi senior, rivelando inoltre che Michael, da adolescente, subì atti di bullismo dai coetanei. “L’ho saputo molti anni dopo”, confessa. Ma furono proprio quelle violenze a spingerlo a chiudersi in sé e rifugiarsi nello studio. Solo molto tempo dopo è riuscito a superare il trauma, anche grazie alla palestra dove “si è fatto nuovi amici, ha trovato nuovi stimoli, ha ricominciato a uscire”.

Le tante avventure sentimentali di Michael Terlizzi

Il giovane gieffino (classe 1986), rivela Franco, non si è mai mai innamorato, ma non per questo si è fatto mancare avventure sentimentali, anzi. E quanto alla sua presunta omosessualità (un argomento sollevato da Cristian Imparato), il papà di Michael tiene a precisare che le cose non stanno così, confermando così la smentita del diretto interessato, ma anche se il figlio fosse gay “non ci sarebbe problema”. Il suo vero auspicio è che l’esperienza nella Casa del Grande Fratello lo aiuti a capire “che può essere amato nonostante la sua malattia… Ora ne sono certo, si è finalmente ‘liberato’”.

EDS