Elena Santarelli malattia figlio: qual è il raro tumore che ha colpito Giacomo

0
2

qual è il raro tumore che ha colpito GiacomoElena Santarelli ha rivelato che il figlio Giacomo è guarito dalla malattia che lo ha afflitto: scopriamo qual è il raro tumore che ha colpito il piccolo.

Con un lungo post pubblicato sulla propria pagina Instagram, Elena Santarelli ha comunicato ieri a tutti i suoi fan che il figlio Giacomo è guarito dalla rara forma di tumore al cervello da cui era affetto. Dopo anni di dolore e lotte, in cui milioni di italiani le sono stati vicino, la soubrette può finalmente dirsi contenta di come sono andate le cure e sperare che il figlio possa crescere in maniera normale.

Ovviamente, trattandosi di un tumore, il rischio che la malattia si ripresenti in forma aggressiva c’è sempre, motivo per cui, nello stesso post, Elena spiega che d’ora in poi Giacomo si sottoporrà a controlli costanti. Quest’oggi, inoltre, la Santarelli sarà ospite d’onore ad ‘Italia sì’, nel programma di Marco Liorni la showgirl parlerà approfonditamente della sua esperienza, cercando di sensibilizzare il pubblico italiano su una malattia rara, per la quale servono fondi per la ricerca.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Elena Santarelli: qual è il raro tumore che ha colpito il figlio

Il figlio della Santarelli e di Bernardo Corradi è stato colpito da un tumore cerebrale, una malattia che viene considerata molto rara, ma che proprio tra i bambini trova terreno fertile. Il tumore al cervello si può presentare in diverse forme: i casi di tumore maligno al sistema nervoso centrale sono solo l’1,6% dei tumori riscontrati nel mondo. Il tipo più diffuso è quello che attacca varie zone del cervello e che ha origine metastatica. Esistendo pochi casi, spesso è difficile diagnosticarlo in tempo.

Tale patologia è particolarmente pericolosa per i bambini, nei quali le cellule maligne si diffondo con grande velocità. Spesso, anche se presi in tempo, possono causare problemi motori o cerebrali ai bambini. Proprio per questo Elena Santarelli ha accettato di fare da testimonial per una campagna di sensibilizzazione sul tema che permetta di raccogliere fondi utili a migliorare la prevenzione e le metodologie di diagnostica di tale malattia.