Home News Viareggio, campione paralimpico si suicida davanti all’Agenzia delle Entrate

Viareggio, campione paralimpico si suicida davanti all’Agenzia delle Entrate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:57
CONDIVIDI

Si è piazzato con la carrozzina davanti alla sede dell’Agenzia delle Entrate di Viareggio e si è sparato un colpo alla testa: inutili i soccorsi. 

Un colpo di pistola alla testa. Così, secondo una prima ricostruzione dei fatti, Lorenzo Major, disabile 48enne, si è tolto la vita in un parcheggio vicino all’ingresso della sede dell’Agenzia delle Entrate di Viareggio (Lucca), accanto alla sua auto. Gli agenti hanno ritrovato l’arma (di piccolo calibro e legalmente detenuta) vicino alla carrozzina e ora stanno cercando di far luce su quanto accaduto. L’uomo, campione mondiale paralimpico di arrampicata sportiva, era originario di Ferrara e risedeva a Forlì.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il giallo sui motivi dell’estremo gesto

Il cadavere del disabile è stato trovato questa mattina molto presto, intorno alle 6, da una persona che si stava recando al lavoro e aveva notato qualcosa di strano di fronte all’edificio, in via Libeccio, nella zona artigianale del Cotone. Sul posto sono immediatamente giunte le forze dell’ordine e il 118, ma per l’uomo, purtroppo, non c’era più nulla da fare se non constatarne il decesso.

Un gesto, quello del 48enne disabile, che per il momento è avvolto nel mistero: non sono stati rinvenuti messaggi né biglietti che accennino alla drammatica decisione di porre fine alla sua vita. Anche per questo è stata disposta dalle autorità competenti l’autopsia della salma. Le indagini sono condotte dal commissariato di Viareggio, coordinato dal sostituto procuratore Antonio Mariotti.

EDS