Home News Scomparsa Carlo La Duca, il suocero: “Sembrava che fosse seguito da qualcuno”

Scomparsa Carlo La Duca, il suocero: “Sembrava che fosse seguito da qualcuno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:35
CONDIVIDI

il suocero: "Sembrava che qualcuno lo seguisse"La scomparsa di Carlo La Duca, visto l’ultima volta in gennaio a Termini Imerese, è ancora un mistero privo di soluzione. Del caso si è occupato ‘Chi l’ha visto?’, nell’ultima puntata il suocero ha dichiarato che probabilmente qualcuno lo seguiva.

Carlo La Duca è scomparso da Termini Imerese lo scorso gennaio. L’ultimo ad averlo visto è stato un amico, al quale aveva detto che si doveva vedere con Cetti, la sua fidanzata, ma che prima sarebbe dovuto passare alla Regione per chiedere delle concessioni per la coltivazione di mandorli. Dopo quella visita al amico, però, non ha più fatto ritorno e nessuno, né la fidanzata né gli impiegati dell’ufficio della Regione lo hanno visto quel giorno.

Sul caso sta investigando la polizia che però al momento non ha trovato nessuna pista da seguire. Aperte, dunque, tutte le ipotesi dall’allontanamento volontario, al rapimento per finire a quelle che spaventano più di tutte: il possibile omicidio con occultamento del cadavere o un suicidio. Nel corso dell’ultima puntata di ‘Chi l’ha visto?‘, la madre del ragazzo ha lanciato un accorato appello in cui chiede al figlio di farsi vivo: “Carlo, se mi ascolti, ti trovi in qualche posto e al momento non puoi tornare, non ti devi preoccupare basta una telefonata per dire che stai bene, ti rispettiamo, ma basta che ci dai notizie”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Scomparsa Carlo La Duca, il suocero: “Sembrava che qualcuno lo seguisse”

Sulla possibile motivazione che l’avrebbe indotto ad andare via, la moglie – con cui non viveva più insieme – spiega che Carlo potrebbe aver avuto problemi di donne: “Ho scoperto che aveva altre donne, non solo Cetti: diceva che andava al mercato per la verdura ma in realtà andava con altre”. Il suocero, invece, teme che possa essere entrato in un brutto giro. Ad indurlo a pensare questo sono i comportamenti che Carlo aveva tenuto negli ultimi mesi: “Negli ultimi periodi faceva spostamenti strani cambiava sempre orario quando usciva, come se qualcuno lo stesse seguendo”, la sua preoccupazione maggiore, dunque, è che possa essere stato ucciso.