Home News Scrive “Mi uccido” su Facebook, polizia sventa il suicidio di una donna

Scrive “Mi uccido” su Facebook, polizia sventa il suicidio di una donna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:32
CONDIVIDI
polizia suicidio donna
La polizia sventa il suicidio di una donna

È stato fulmineo l’intervento degli agenti di polizia che, dopo aver scovato per caso un messaggio di suicidio su Facebook, sono riusciti a sventare il peggio.

Gli agenti di polizia sono intervenuti sventando un suicidio appena in tempo. Tutto è nato da un messaggio individuato su Facebook e scritto da una donna di 54, che aveva espresso il proprio proposito di volerla fare finita. La potenziale vittima stava per lanciarsi nel vuoto dal balcone di casa sua. I poliziotti però sono fortunatamente intervenuti in tempo, raggiungendo la casa della sventurata. Dopo una brevissima trattativa poi la donna è stata convinta a rientrare dentro al sicuro, sventando quindi qualsiasi minaccia di suicidio. Il fatto è accaduto lunedì scorso, di pomeriggio, nel popoloso comune lombardo di Sesto San Giovanni, in provincia di Milano. Ad accorgersi del messaggio lasciato su Facebook è stato un assistente capo della Polizia di Stato, che presta servizio proprio al commissariato di Sesto San Giovanni, nella sezione anticrimine. Le parole allarmanti della 54enne facevano riferimento a dei problemi di natura personale e si concludevano con la macabra intenzione di volersi togliere la vita.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Suicidio sventato, l’intervento della polizia è stato fulmineo

Nel giro di pochi minuti le forze dell’ordine sono riuscite a svolgere gli accertamenti del caso e ad individuare il domicilio della donna. Al loro arrivo quest’ultima si trovava accovacciata sul balcone di casa sua, al secondo piano. Stava esclamando parole senza senso mentre piangeva. Uno dei poliziotti accorsi sul posto ha cominciato a parlarne, cercando di prendere tempo e di tranquillizzarla. Altri due suoi colleghi sono invece entrati in casa della donna. Nel frattempo erano accorsi anche i vigili del fuoco, la polizia locale ed il personale sanitario. Tutto si è svolto velocemente, con il dialogo che ha presto preso il sopravvento su qualsiasi azione avventata. La 54enne è parsa molto stanca e provata dal punto di vista psicologico, ma alla fine ha aperto la porta di casa e si è fatta aiutare.