Home News Cremona, carabiniere muore in moto: 2 mesi fa aveva perso la moglie

Cremona, carabiniere muore in moto: 2 mesi fa aveva perso la moglie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:54
CONDIVIDI

Un terribile incidente in moto è costato la vita a un carabiniere di Cremona. Era rimasto vedono appena 2 mesi fa, e lascia un figlio di 23 anni.

Il maresciallo maggiore Claudio Magnavacchi è stato vittima di un destino cinico e beffardo. Dopo aver perso la moglie lo scorso febbraio, stroncata da un male incurabile, se ne è andato anche lui a causa di un incidente stradale. Aveva 50 anni, era originario della provincia di Reggio Emilia ma viveva a Castelverde (Cremona) e prestava servizio al comando provinciale dei Carabinieri di Cremona, nel ruolo di capo della sezione personale. Lascia un figlio di 23 anni, che viveva con lui e ora si ritrova orfano di entrambi i genitori.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La dinamica del drammatico schianto

Secondo quanto riportano diverse testate locali, Magnavacchi avrebbe perso il controllo del mezzo che si è poi andato a schiantare contro il guard rail. Immediati i soccorsi: sul posto sono giunti l’ambulanza del 118, che hanno subito constatato la gravità delle condizioni della vittima, gli agenti della questura di Cremona e i vigili del fuoco, come riferito da Areu. Quindi il trasferimento all’ospedale Maggiore di Cremona (in codice rosso), ma ogni tentativo è stato inutile: il 50enne è morto poche ore dopo il ricovero. Le forze dell’ordine stanno ora tentando di ricostruire la dinamica esatta dello schianto: l’unica cosa certa, al momento, è che non risultano altri veicoli coinvolti.

EDS