Allegri-Adani secondo round su Sky: confronto in dirette, cosa è successo

0
3

allegri contro adaniTornano ad affrontarsi Allegri e Adani su Sky nel dopo partita del derby Juventus-Torino finito 1-1. Dopo le furibonde polemiche della settimana scorsa tutti attendevano il secondo round del match dialettico tra i due. Allegri parla per diversi minuti di calcio dicendo che la polemica di sabato scorso è già chiusa, poi interviene Adani che gli fa una domanda dicendo che è la stessa dell’altra volta. Questa volta gli animi non si surriscaldano se non verso la fine dell’intervista quando entrambi si scaldano un po’ sulla visione del calcio opposta. Rimane evidente che i due non si stiano simpatici e che non condividano le stesse idee di calcio. Qui di seguito vi riportiamo quanto accaduto la scorsa volta.

Allegri Adani, il mister: “Non accetto ramanzine da chi non conosce il mio lavoro”

“Mi sono un pò arrabbiato”, ha detto Allegri in merito a questo diverbio. “Accetto le critiche perché fanno parte del mio lavoro, ma stare a sentire qualcun altro farti la ramanzina sulla tua professione e senza che quella persona sia qualificata per farlo, per me rappresenta una mancanza di rispetto e di educazione.  “E’ giusto rispondere alle domande ma che io mi debba sorbire la ramanzina su come fare le cose, no dai”. Ed a Fazio dice: “Io spiego a te come devi fare? Le critiche le accetto, una, due, tre volte. Posso piacere o no ma poi c’è una mancanza di educazione”. Sabato con Adani che lo aveva contraddetto, Allegri aveva replicato così. “Io sono un pratico, non sono un teorico. Voi siete teorici. Tu sei il primo che legge libri e di calcio non sa niente. Non hai neanche allenato, ma cosa hai provato? Sei lì dietro e non sai niente”

Adani risponde ad Allegri: “E’ stato arrogante e maleducato”

La replica di Adani a queste parole di Allegri è arrivata poco dopo ai microfoni di Radio Deejay. L’ex calciatore rivendica il suo diritto di analizzare le partite e spiega come a suo avviso fosse giusto chiedere spiegazioni su un’eliminazione impensabile fino all’inizio della partita: “Quando esci da una doppia partita come con l’Ajax e gli argomenti sono che nella gara d’andata dovevi far ammonire i centrali e prendere il rigore, poi dire al ritorno che le grandi partite le vincono i grandi giocatori quando l’Ajax ha un decimo della tua forza, non mi sembrano tanto argomenti per giustificare il tuo cammino…”.

Quindi in un secondo momento difende il suo ruolo e la sua competenza in ambito calcistico dicendo: “Non è detto che un analista come me debba fare per forza l’allenatore perché io ho scelto un altro percorso, un allenatore invece deve essere un grande analista. E alla Juventus non è chiesto di vincere il campionato, non prende Ronaldo per battere il Chievo, ma per imporsi in Europa”. Infine Adani parla del comportamento tenuto da Allegri: “E’ stato molto maleducato ma ci mancherebbe che non lo salutassi. Sicuramente è stato scortese, maleducato e anche arrogante. Ma soprattutto dicendo che non posso parlare perché non ho vinto scudetti manca di rispetto a tutti quanti, anche a chi paga gli abbonamenti e tifa”.