Home News Allarme Ikea, fasciatoio al centro delle polemiche: “Incolumità dei bambini a rischio”

Allarme Ikea, fasciatoio al centro delle polemiche: “Incolumità dei bambini a rischio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:43
CONDIVIDI
allarme ikea
Allarme Ikea, un tipo di fasciatoi è stato coinvolto in alcuni incidenti

C’è un allarme Ikea relativo ad uno specifico prodotto: si tratta di un determinato tipo di fasciatoio. L’azienda spiega cosa fare.

È allarme e c’è preoccupazione per un particolare prodotto commercializzato da Ikea. Si tratta dei fasciatoi ‘Sundvik‘, che la stessa azienda leader del settore della distribuzione di mobili low cost ha fatto sapere essere potenzialmente pericoloso. Il pezzo di arredamento in questione si fissa al muro, ma sono stati notati dei problemi relativi a quello che dovrebbe essere il corretto fissaggio alle pareti. In alcuni casi infatti questi fasciatoi si sarebbero staccati. E questo naturalmente metterebbe a rischio l’incolumità dei bambini. Difatti non mancano anche le segnalazioni in tal senso, tale da convincere Ikea a diffondere questo allarme. Nella nota ufficiale in questione, l’azienda scandinava invita comunque a seguire alla lettera le istruzioni di montaggio allegate come da prassi al kit. Infatti attenersi strettamente ad esse dovrebbe bastare per sgomberare il campo da dubbi e debellare potenziali ed indesiderati rischi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Allarme Ikea, il fasciatoio Sundvik al centro delle polemiche

Per chi avesse smarrito tali istruzioni basterà farne apposita richiesta attraverso i canali ufficiali Ikea, che si attiverà per farli recapitare in maniera totalmente gratuita a chiunque ne avesse bisogno e senza la necessità di presentare una prova d’acquisto. “La sicurezza dei prodotti è una priorità per Ikea e siamo spiacenti degli eventi accaduti. Fortunatamente, in base alle nostre informazioni, i bambini coinvolti stanno bene. Ikea ha già adottato tutte le precauzioni del caso e migliorerà ulteriormente la comunicazione sul prodotto”, si legge nella nota dell’azienda svedese. Difatti sarebbe emerso che, nei casi in cui i fasciatoi sono caduti dai rispettivi supporti ai muri, non erano state rispettate le indicazioni contenute nelle istruzioni.