Home News The Voice 2019, ecco gli accoppiamenti dei team e com’è andata la...

The Voice 2019, ecco gli accoppiamenti dei team e com’è andata la puntata

CONDIVIDI

Il primo appuntamento di The Voice 2019 si è rivelato essere pieno di sorprese, rivelandoci il team d’appartenenza di ogni concorrente e facendoci divertire tra musica e gag. Vediamo com’è andata.

La nuova edizione di The Voice of Italy ha come leitmotiv il ringiovanimento del programma Rai. Le Blind Audition si sono rivelate utili alla causa: vivere le performance degli attori senza che i coach li vedano in viso rende il programma più avvincente e difficilmente stanca. Anche la scelta dei coach si confà a questa linea di pensiero, artisti come Gué Pequeno ed Elettra Lamborghini vanno inevitabilmente a coinvolgere il pubblico giovanile; naturalmente la produzione non dimentica anche il resto degli spettatori, inserendo nella rosa dei coach due mostri sacri del mondo dello spettacolo come Morgan e Gigi D’Alessio.

The Voice 2019, la prima puntata e gli accoppiamenti

Il primo concorrente che si presenta sul palco di The Voice è il giovane Josué Previti che, dopo essersi esibito, viene preso sotto la sapiente ala di Gué Pequeno <<Gigi D’Alessio ti deformerebbe, io ti farò vendere un sacco di dischi.>>. Nel team Pequeno entrano anche altri giovani talenti come il vocalist di discoteca Ares Favati, le gemelle pop albanesi Sindolls e la rapper sarda Sophia Murgia. Il gruppo di Gué è molto equilibrato, mantenendo talenti molto affini allo stesso coach.

Il secondo coach a conquistare voci sin da inizio puntata una voce è l’artista Elettra Lamborghini che accoglie Giorgia La Commare, una sedicenne leader di un gruppo musicale. Il team Lamborghini riesce ad accaparrarsi anche un altro incredibile talento, Serena Maria Police. Elettra è estremamente partecipe al programma, fa ridere il pubblico e rende ogni occasione ottima per creare qualche spassosa gag.

Il team D’Alessio riesce a conquistare molti talenti, sia giovani che adulti, dimostrandosi come il gruppo momentaneamente più variopinto e variegato. La simpatia di Gigi incanta i coach e il pubblico, dimostrandosi cordiale e alla mano. Il primo talento stregato da D’Alessio è il cantautore 29enne Stefano Colli, l’artista è molto affine a Gigi e la scelta si rivela essere azzeccata. Cosi’ seguono, sia nel programma che nella scelta del team, due talenti fortemente contrapposti: Marta Verrecchia, una vivace cantante 17enne, e Kumi Watanabe, una famosa cantante italo-giapponese 50enne. Entrambe entrano ufficialmente nel club del cantautore campano. La rivelazione avviene però nel finale di puntata, quando la famosa cantante Eliza G entra a far parte del team D’Alessio dopo un’aspro confronto con Morgan. Eliza dice <<So cosa voglio fare.>>

Per quanto concerne il team Morgan, il gruppo s’infoltisce lungo il corso della puntata, facendolo diventare uno dei più interessanti e potenzialmente ottimale. Morgan gioca sporco lungo tutto il corso delle Blind Audition, bloccando colleghi affini ai concorrenti e cercando di sabotare i gruppi altrui. Il primo talento ad entrare nel club Morgan è la giovane Noemi Mattei, 21enne, originaria di Roma. La ragazza spinge particolarmente per poter entrare nel team del cantante milanese e il suo desiderio viene avverato. A lei segue l’affascinate Morgana, cantante dalle lingue orientali che strega Gigi e Morgan. In definitiva decide di affidarsi al secondo. Il cantante pop Matteo Camellini è il nuovo e ultimo talento che entra nel gruppo, essendo Morgan l’unico a girarsi <<Si possono fare grandi cose […] Matteo Camellini viene da Amici.>>