CONDIVIDI
Ecco cosa è successo
(Vigili del Fuoco)

Milano-Lecco: il traffico sulla statale lombarda è stato interrotto quest’oggi a causa di una frana, numerosi massi infatti hanno invaso la carreggiata.

Il maltempo che si è abbattuto sulla Lombardia ieri sera ha generato una frana che ha invaso parte della statale 36, conosciuta con il nome di Milano-Lecco. Il tratto interessato dall’invasione di massi è quello compreso tra Bellano e Abbadia Lariana, più precisamente quello in prossimità di Liserna tra le due gallerie Scoglio e Ciserino. A quanto pare la pioggia battente avrebbe causato i distaccamento di numerosi massi dalla parete rocciosa, questi hanno rotto la rete protettiva e sono precipitati sulle carreggiate.

Al fine di evitare che qualche automobilista potesse andare a sbattere contro i massi, che i detriti causassero una perdita di aderenza dei mezzi o che ulteriori frane si abbattessero sui veicoli in marcia, è stato deciso di chiudere il tratto in ambo le direzioni. Nelle prime ore di questa mattina, i tecnici dell’Anas, la Polizia Stradale e il 118 si sono recati sul tratto per un primo sopralluogo, in modo tale da valutare i danni al tratto ed assicurarsi che nessuno fosse rimasto coinvolto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Frana Milano-Lecco: quando riaprirà il tratto stradale

Al momento non è chiaro quando la statale 36 possa essere riaperta al traffico. Sebbene non vi siano state vittime ed i massi possano essere rimossi entro la giornata di oggi, la messa in sicurezza del tratto potrebbe portare via anche qualche giorno. A quanto pare, infatti, durante il sopralluogo sono state notate delle crepe preoccupanti all’interno dei due tunnel che si trovano nella zona in cui si è verificata la frana.

Prima che l’arteria stradale venga riaperta, dunque, verrà appurato che i due tunnel non siano a rischio crollo ed in caso contrario verrà effettuata la necessaria manutenzione per mettere in sicurezza il tratto. Nel frattempo la prefettura di Milano ha inviato una nota in cui spiega ai viaggiatori ed ai cittadini che nelle prossime ore verrà diramato un piano d’emergenza per permettere loro di trovare vie di sbocco alternative per raggiungere Bellano o Lecco.