Stasera in tv, In guerra per amore: trama e anticipazioni del film di Pif

in guerra per amore tramaVenerdì 26 aprile, su Rai 3, andrà in onda il film In guerra per amore: si tratta del secondo lavoro da regista per Pif, andiamo a scoprire trama e anticipazioni.

Non ha forse eguagliato lo straordinario successo di La mafia uccide solo d’estate, ma In guerra per amore si rivela un film assolutamente da guardare. Si tratta della seconda fatica da regista di Pif, pseudonimo di Pierfrancesco Diliberto, personaggio lanciato dal programma Le Iene. Nonostante si tratti di una commedia, lo stile è quello tagliente e a suo modo drammatico che caratterizza il lavoro del conduttore, autore, regista e attore palermitano. I temi sono quelli della guerra, della mafia, dell’onore e dell’amore, tutti insieme a formare un mix che ora diverte, ora commuove. Come per La mafia uccide solo d’estate, anche In guerra per amore vede come protagonisti del film Arturo Giammarresi e Flora Guarneri. La pellicola andrà in onda venerdì 26 aprile su Rai 3. Andiamo a scoprire trama e anticipazioni.

Per essere aggiornato su tutte le notizie: CLICCA QUI!

Stasera in tv, In guerra per amore: trama e anticipazioni del film di Pif

Ambientato nel 1943, in piena Seconda guerra mondiale, In guerra per amore racconta la storia di due innamorati che dovranno vedersela con un mondo più grande di loro, in cui rientrano il conflitto, la mafia e la corruzione. Arturo Giammarresi (Pif) è un palermitano emigrato a New York ed è innamorato di Flora (Miriam Leone), nipote del proprietario del ristorante dove lavora. Nonostante l’amore sia corrisposto, lo zio della ragazza l’ha promessa sposa al figlio del braccio destro del mafioso Lucky Luciano. Lei, ingenuamente, suggerisce al ragazzo di chiedere la sua mano direttamente al padre. Quest’ultimo si trova però in Sicilia e così, per un’incomprensione, Arturo si trova arruolato nell’esercito americano che prepara lo sbarco in Italia. Da qui inizieranno una serie di peripezie che porteranno il ragazzo a stringere un rapporto d’amicizia col tenente Philip Catelli (Andrea Di Stefano). Quest’ultimo è all’oscuro del fatto che il suo comandante, James Maone (Vincent Riotta), ha stretto un patto col capo-mafia del paese di Crisafulli. In cambio della resa dei militari, gli americani dovranno liberare molti detenuti tra i mafiosi. Alla fine, il Catelli aiuterà Giammarresi ad arrivare al padre di Flora (che darà il suo benestare alle nozze) ma, scambiato per Arturo, verrà ucciso dalla mafia locale che aveva intanto ricevuto indicazione dai malavitosi in America. Tornato a New York, il ragazzo porterà al presidente Roosevelt la lettera di denuncia delle collusioni con la mafia che aveva preparato il tenente Catelli.