Home News Incendio Notre Dame: “Gli operai fumavano sigarette sulle impalcature”

Incendio Notre Dame: “Gli operai fumavano sigarette sulle impalcature”

CONDIVIDI
Gli operai fumavano sulle impalcature
(Getty Images)

Durante le indagini riguardanti l’incendio che ha devastato la cattedrale di Notre Dame, l’impresa che si occupava della restaurazione ha ammesso che gli operai fumavano sulle impalcature, ma rigettato l’ipotesi che l’infrazione sia causa dell’incendio.

A 10 giorni di distanza dallo scoppio dell’incendio che ha devastato la cattedrale di Notre Dame, la polizia francese indaga sulle cause del rogo. Nei giorni immediatamente successivi al disastro che ha rovinato uno dei monumenti più iconici al mondo, è stato escluso che l’origine delle fiamme sia stata di natura dolosa. La pista seguita è quella dell’incidente, ed in queste ore si cerca di capire se c’è stato un errore di natura umana che posso aver dato inizio al rogo.

La gendarmerie ha interrogato i responsabili dell’impresa che si occupava della restaurazione della cattedrale, Le Bras Freres, per chiedergli chiarimenti su alcuni dettagli. Sulle impalcature infatti sono stati trovati mozziconi di sigaretta, inoltre si vaglia l’ipotesi che il motore dell’ascensore collegato alle impalcature possa aver generato il corto circuito.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Incendio Notre Dame: gli operai fumavano sulle impalcature, è la causa dell’incendio?

Il portavoce dell’impresa di costruzioni, Marc Ezkenazi, ha spiegato che i motori degli ascensori erano lontano dalle guglie e dal punto in cui sono divampate le fiamme escludendo che sia stato quello a generare il cortocircuito, anche perché i motori non presentavano problemi. Per quanto riguarda le sigarette, invece, ha ammesso che gli operai hanno infranto il divieto: “Effettivamente ci sono operai che ogni tanto hanno violato il divieto”, dice il portavoce che però rigetta l’ipotesi che proprio le sigarette abbiano innescato l’incendio: “Ma in nessun caso all’origine dell’incendio ci potrebbe essere un mozzicone spento male”.

Mentre si cerca l’origine delle fiamme, a Parigi ci si preoccupa di proteggere la cattedrale da ulteriori danni causati dal maltempo. Nei prossimi giorni, infatti, è prevista pioggia intensa e si lavora alacremente per creare un telone protettivo che protegga le travi e la parte della cupola in legno non distrutte dalle fiamme.